Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Mad in Europe: alla ricerca della memoria, dell'identità, della parola
Una donna sul palco senza memoria, incapace di ricordare la sua identità e la sua lingua.Così inizia “Mad in Europe”, vincitore del premio Scenario 2015, a cura di Angela Dematté, in scena al teatro Argot fino al 28 febbraio.Una sola attrice a interpretare due personaggi che si alternano, che si fondono, complementari e necessari entrambi per capire la vicenda.La protagonista, impiegata al parlamento europeo, improvvisamente, perde ogni ricordo di sé e del suo passato. Nemmeno la sua nazionalità è più chiara, tanto che dalla sua bocca escono parole in italiano, tedesco, inglese, francese e spagnolo. Padroneggiate con maestria, tutte sembrano…
“La bella è la bestia”: bellus ergo stupidus?
C’era una volta una donna bella e intelligente. Chissà perché nessuna fiaba inizia in questo modo? Ci perdiamo dietro il candore della pelle o le labbra rosse come una rosa, ma abbiamo mai pensato agli aspetti negativi di essere così belli/e? Se lo sono chiesti Massimo Natale e Ennio Speranza nel loro nuovo spettacolo “La bella è la bestia”, in scena al teatro Golden di Roma fino al 20 marzo. Il titolo scomoda la celebre fiaba per portare in scena una piccola favola contemporanea in cui una donna intelligente si ritrova a combattere con il suo fascino. Letta in questo…
Un uomo inesprimibile. Il tormento di Kleist a villa Piccolomini
“L'uomo è una marionetta appesa ai fili del destino” scriveva Heinrich Von Kleist nel suo saggio “Sul teatro delle marionette”. L'angoscia del drammaturgo tedesco, l'inquietudine, il tormento e l'incapacità di vivere serenamente il proprio tempo vengono portati in scena in “Un uomo inesprimibile. 4 studi su Kleist” saggio degli allievi del corso di regia dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio d'Amico”, coordinati dal maestro Giorgio Barberio Crosetti. Quattro approfondimenti sulle opere di Kleist e sul suo epistolario, originali interpretazioni che si susseguono all'interno di uno scenario suggestivo, quello di via Piccolomini, in via Aurelia Antica 164. “Potesse tutto il mondo vedermi…
Livermore sul Barbiere di Siviglia: il ritorno del rimosso
Roma, 20 Febbraio 1816. Un pingue omone incappottato in Largo di Torre Argentina tiene in mano il libretto di un'opera muovendo le labbra sugli ossequi delle parole impresse; le ha desiderate per il pubblico che avrebbe avvelenato la sua prima rappresentazione teatrale e per la schiera dei militanti mediocri che avrebbe potuto parteggiare per l'originale di Paisiello e rivendicarlo: "La commedia del sig. Beaumarchais", biascica assorto, "intitolata il Barbiere di Siviglia, o sia L'inutile precauzione, si presenta in Roma ridotta a dramma comico [...] all'oggetto dei sentimenti di rispetto e di venerazione che animano l'autore della musica del presente dramma…
I “7 minuti” della discordia al Teatro Argentina
Nello spogliatoio di un’azienda tessile, dieci donne elette a “Consiglio delle lavoratrici“ attendono la loro portavoce, da quattro ore in riunione con “le cravatte”, i nuovi dirigenti. L’ansia invade la stanza come il fumo delle sigarette che svaniscono troppo in fretta nelle loro mani. L’attesa è snervante, ogni rumore di passi sembra rivelare ciò che accadrà allo stabilimento e a loro stesse. Il tempo trascorso sembra infinito e si inizia a sospettare che Bianca (la portavoce) stia pensando a salvare solo se stessa, fino a che non ritorna con apparenti buone notizie: i nuovi capi terranno tutte le operaie e…
Gaber, lei e le cose: Maria Laura Baccarini riporta il teatro-canzone al Piccolo Eliseo
"Ma non ci è mai venuto in mente che è proprio nella fedeltà che si potrebbe trovare una risposta diversa? Non la fedeltà alle istituzioni, neanche alle regole del buon senso antico ma... la fedeltà a noi stessi" (Giorgio Gaber, "Il dilemma") Una drammaturgia originale che pilucca dall'universo gaberiano per costruire una riflessione sull'uomo finalmente a cospetto delle sue paure e delle sue ansie, finalmente a cospetto dell'Amore, della Morte, della sua inesorabile mortalità. Maria Laura Baccarini riporta al Piccolo Eliseo di Roma il teatro-canzone dell'artista milanese rinnovandolo nei toni, nei suoni, nel genere."Gaber, io e le cose" tratta con…
L’esperienza mistica in una cornice d’eccezione: “L’amore impaziente” e l’universo sacro del femminile in scena nella Chiesa degli Artisti
La splendida Chiesa degli Artisti di Roma (Basilica di Santa Maria in Monte Santo) si rende testimone di un’esperienza teatrale del tutto particolare.Lo spettacolo “L’amore impaziente”, scritto da Valeria Moretti e interpretato da un’ispirata Daniela Poggi, è inserito nel programma della rassegna I Teatri del Sacro. Il progetto culturale, nato del 2008 con lo scopo di rappresentare l’interazione tra il teatro, la ricerca religiosa e la tensione spiri-tuale, ripropone in occasione del Giubileo gli spettacoli più rappresentativi per la creazione di un libero e aperto confronto intorno ai temi del sacro e della spiritualità.Il testo che parla di amore e…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM