Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Teatro

Never Lost di Luca Celico: al Teatro Petrolini grandi e piccoli si confrontano con la perdita
Ci sono passaggi obbligati nella vita, palpiti di crescita con cadenze fisse, tappe obbligate che segnano l’esistenza. Ne esistono altre, poi, che accadono e basta, senza un’età, senza un perché: una perdita, il distacco, un vuoto da colmare. "Never Lost" della Compagnia “Non solo Arte” affronta il tema della perdita e lo declina - sulla scena del Teatro Petrolini - attraverso un confronto generazionale: il regista Luca Celico, anche autore e “maestro” dei giovanissimi attori protagonisti, costringe lo spettatore a specchiarsi, a spiarsi ora bambino, ora adolescente poi adulto, a ridere e piangere del dolore, inteso come costante ineludibile della…
“Opzione smart”: i giovani sanno raccontarsi meglio di chiunque altro
Se avete mai usato, o almeno sapete cos’è, Tinder allora lo spettacolo “Opzione Smart” fa al caso vostro. Pensandoci bene, non serve necessariamente una chat di incontri per avvicinarsi alla prima e significativa azione della storia: “sfogliare le persone”. Due parole messe l’una accanto all’altra, che fino a qualche anno fa non avrebbero significato nulla, oggi hanno un chiarissimo senso e accompagnano le nostre vite quotidiane. Tale gesto è solo uno degli ottimi spunti su cui si fonda “Opzione Smart”, uno degli spettacoli del progetto “Non è un teatro per giovani – Scene Under 25” organizzato dal Teatro Studio Uno…
La poesia nella follia sociale: “Memorie di un pazzo” all’Arena del Sole di Bologna
Nella scena nera su un letto bianco dorme un piccolo uomo, dolcemente rannicchiato e con l’espressione serena; da dietro un gruppo di donne e uomini lo osserva e con un’antica macchina da presa lo filma: sono dietro un séparé semitrasparente, come fossero incastrati nella cornice di un quadro dei primi del Novecento. Così inizia la storia di Poprishchin, il protagonista di “Memorie di un pazzo”, rilettura del racconto di Gogol’, diretto dal regista georgiano Levaz Tsuladze, in scena all’Arena del Sole fino a mercoledì 25 maggio.Un produzione internazionale e bilingue, in italiano e georgiano, che trascina lo spettatore in un…
"In-Box": vince "Gianni", ma nessuna novità salvifica per il teatro contemporaneo
SIENA – A Siena confliggono due anime, quella dei turisti con i loro obbiettivi e gelati e cappellini e scarpe da ginnastica colorate, e quella antica delle contrade. Mattoni rossi e tradizioni in mezzo a tante pizzerie e kebab sorti negli ultimi anni in un mangia mangia ad ogni angolo, di cestini stracolmi e mani a scattare e nessuno che chiede più alcuna notizia o informazione sul Monte dei Paschi. Tutto messo a tacere. Il tempo è galantuomo solo per alcuni. Ogni tanto una bandiera, un foulard, un accenno acceso a qualche animale fantastico e fantasioso e mitologico e la…
La stagione italiana di Tennessee Williams
In scena al Teatro India fino al 22 maggio, “Lo zoo di vetro” rievoca alla memoria il grande drammaturgo statunitense Tennessee Williams e i suoi personaggi dalla psicologia profonda, fragili e incisivi al tempo stesso. “The Glass Menagerie/Lo zoo di vetro” è stata l’opera di Williams più rappresentata sui palcoscenici italiani, nonostante le altre scritture dell’autore godano comunque di diffusissima notorietà. “Un tram che si chiama desiderio” e “La gatta sul tetto che scotta” sono titoli famosi immediatamente riconducibili a questo geniale e sensibile autore che ha esportato in tutto il mondo i suoi personaggi delicati e passionali allo stesso…
“La scena sensibile” al Teatro Argot Studio di Roma
La rassegna romana di teatro e letteratura al femminile “La scena sensibile”, giunta alla sua XXII edizione, ritorna quest’anno dal 6 al 26 giugno. Otto anni dopo l’apertura del Teatro Argot Studio, nel cuore di Trastevere, nasce una rassegna tutta al femminile da un’idea di Maurizio Panici e dall’attrice, autrice e drammaturga, Serena Grandicelli. Entrambi da anni si occupano di scegliere, organizzare e dare un’impronta autentica al Festival, con grande passione e soprattutto amore per il teatro e lo spettacolo dal vivo. L’idea della Grandicelli si manifesta con l’intenzione di concentrarsi sul pensiero, sul vissuto, sulle storie di donne coraggiose.…
“Lo zoo di vetro”: la fragilità dell’io e le illusioni di una famiglia
E’ andato in scena fino al 22 maggio, al Teatro India, “Lo Zoo di vetro”, opera teatrale del 1944 di Tennessee Williams, con la regia di Arturo Cirillo. Al centro della vicenda il fallimento di una famiglia, con una madre (Amanda) abbandonata dal marito e che vive nel ricordo di una giovinezza dorata e due figli (Laura e Tom) ex-giovani ormai senza più età. Tom (interpretato dallo stesso Cirillo) fa un vita che odia, è costretto a mantenere la famiglia e vorrebbe scappar via. Laura (Monica Piseddu) ha una lieve zoppia che la inibisce, si sente diversa dagli altri e…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM