Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Teatro

“Cavalieri” a suon di tromba e salsicce al Teatro Greco di Siracusa: mai la politica fu così attuale
È verità universalmente riconosciuta: in tempi di crisi, c’è una proporzionalità diretta tra l’andamento della società e l’attenzione parossistica al cibo. Oggi viviamo nell’era dei contest culinari dove Master Chef e varianti su tema la fanno da padrone; nell’Atene di fine V secolo, Aristofane immaginava un sudicio Salsicciaio per ricoprire la carica di primo ministro: non è cambiato nulla. Assistere a “I Cavalieri” con la regia di Giampiero Solari al Teatro Greco di Siracusa risulta un’esperienza perturbante. È una sfida all’ultima pietanza, a colpi di lusinghe, prelibatezze, insulti e volgarità – come i nostri talk show in fondo, qui in…
"Giudizio, Possibilitá, Essere": Romeo Castellucci a Spoleto61 con Hölderlin
In principio tutto tace. Molte religioni o teorie metafisiche partono da questo assunto: all’origine vi è silenzio, giudicato come reale assenza di rumore. Ciò non significa che non vi sia possibilità di suono: basta una scintilla, un necessario atto della mente e il silenzio diventa parola. E la parola, il discorso è movimento, in primis del pensiero. Così, all’inizio di “Giudizio, Possibilità, Essere” di Romeo Castellucci, presentato il 30 giugno al Festival di Spoleto, vi è il silenzio dell’universo che si fa suono: attraverso delle diapositive, gli spettatori vengono messi a conoscenza che un buco nero appartenente alla Galassia di…
Napoli Teatro Festival, Luca Zingaretti legge Il Cantico dei Cantici e altre storie
Nel piccolo teatro naturale di Pietrelcina, cittadina sede di ben tre eventi del Napoli Teatro Festival 2018, un palcoscenico immerso nella natura e nell’oscurità della notte ospita il reading ideato da Luca Zingaretti e da Giuseppe Cesaro, che mettono insieme testi tratti dal libro biblico e riflessioni sulla natura umana. La scenografia è semplice: un pianoforte a coda per l’accompagnamento musicale originale di Arturo Annecchino e una tela su cui viene proiettata una foto della nostra galassia catturata dalla sonda Voyager 1. È così che inizia la riflessione di Zingaretti: la Terra è appena visibile all’interno dei miliardi di stelle…
“Scene da un matrimonio” il capolavoro di Bergman al Teatro Stabile di Napoli
Per celebrare il centenario della morte di uno dei più grandi drammaturghi e registi svedesi, Ingmar Bergman, al Napoli Teatro Festival debuttano due spettacoli che riprendono uno dei suoi lavori più noti: “Scene da un matrimonio”, riadattato in due versioni contrastanti, ma fedeli al tema centrale della pellicola del 1974, inizialmente pensata in sei episodi per la televisione e poi riproposta anche nelle sale cinematografiche. Scènes de la vie conjugale con Laetitia Casta e Raphael Personnaz per la regia di Safy Nebbou al Teatro Politeama che affronta il tema dell’insoddisfazione di una coppia moderna e quasi al riparo da ogni…
Spoleto61, VI edizione European Young Theatre: tutti i vincitori della Groups Competition 2018
Si è conclusa il 03 luglio pomeriggio la sesta edizione del concorso European Young Theatre, manifestazione di cinque giorni organizzata ogni anno dall’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” (ANAD) in occasione del Festival di Spoleto. Giovani attori e registi delle più importanti scuole di teatro europee e internazionali si sono dati appuntamento al Teatrino delle Sei Luca Ronconi per proporre i loro studi e le loro performance, incontrandosi e confrontandosi in una Groups Competition.I vincitori sono stati premiati dal Direttore dell’Accademia, Daniela Bortignoni, e dalla giuria di qualità composta da Monica Vannucchi, vicedirettore e docente di Danza e Analisi del…
A Spoleto61 l’opera lirica “Minotauro” di Silvia Colasanti, tratta da una ballata di Friedrich Dürrenmatt
Mito: dal greco “mythos”, ossia “favola, racconto”. Il mito è una storia volta a ordinare, dare un senso alla realtà, rafforzare una morale e fornire a un popolo una causa in cui credere, attraverso le parole e il coinvolgimento emotivo. Cosa succede se il mito viene smontato, svuotato del suo fine originario e infine ricostruito da un punto di vista inusuale? Accade che ci si trova davanti ad un’opera postmodernizzata, la quale tramite un sottile straniamento vuole indurre lo spettatore a riflettere sulla sua stessa condizione di individuo posto in una società. Ecco, quindi, che un essere mostruoso, simbolo di…
Inequilibrio: qualità e ricerca, la ricetta continua a funzionare
CASTIGLIONCELLO – Sul prato, guardando gli scogli dove fecero il bagno Sordi, Mastroianni e Fellini (non credo contemporaneamente) c'è una statua di un uomo accovacciato. Sotto si apre il golfo azzurro, in lontananza la Corsica, le grandi navi che solcano l'orizzonte smerciando nafta. Quest'uomo, appollaiato su se stesso, ad una prima occhiata sembra che legga. Da più vicino pare che stia sfogliando il suo tablet. Ma se gli giri dietro capisci che invece dipinge. Ecco Inequilibrio, il festival che tocca le ventuno candeline diretto da Angela Fumarola e Fabio Masi, non è mai ciò che ti aspetti che sia, è…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica #Motta live a #Firenze con il nuovo album #vivereomorire Benedetta Colasanti https://t.co/7BiirNWkXN