Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 761

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 767

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 763

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 762

Teatro

"Grounded": nel blu dipinto di grigio
GENOVA – 2021 anno molto importante per il Teatro Nazionale, a 70 anni dalla sua fondazione, e per Genova, a 20 da quel famigerato e mai scordato G8. Potremmo dire: “2021 Odissea nello Spazio”, visione che ci suggerisce l'imponente, mastodontica ed elettrizzante struttura che sorregge “Grounded”, spingendo in orbita le profonde analisi che il testo di George Brant instilla, nella regia illuminata e concreta di Davide Livermore e sostenuta dalla celestiale interpretazione, pungente e coriacea, di Linda Gennari. E' uno spettacolo dal respiro internazionale, dal gusto e sapore che travalica i nostri magri confini; la senti, la percepisci la grancassa…
La compagnia LST festeggia i suoi 20 anni con "Il dio del massacro"
CHIANCIANO – “Prima viene lo stomaco, poi viene la morale” (Bertolt Brecht). La compagnia LST in questi venti anni ha spacciato la sua droga culturale, ha immesso il suo sguardo stupefacente su Toscana e dintorni. Il suo regista, e anima, Manfredi Rutelli, ha collaborato in questi anni con le sue regie al Festival Orizzonti di Chiusi, alla creazione del festival FermentinFesta dedicato alla formazione attoriale e alla direzione del Teatro degli Astrusi entrambi a Montalcino, alle ultime rappresentazioni del Teatro Povero a Monticchiello, e nella direzione del Teatro Caos di Chianciano. E quest'estate si è allargherà fino a San Miniato…
"Il mercato della carne": l'attesa del lavoro è essa stessa uno (snervante) lavoro
GENOVA – Avete mai provato ad iscrivervi a quei siti che propongono di trovarvi velocemente un lavoro? Ecco, non sono altro che contenitori per raggranellare indirizzi mail di persone che effettivamente stanno, disperatamente, cercando un'occupazione e che verranno, da allora in poi, subissate di mail di corsi di formazione (a pagamento, ovviamente), di master, di diplomi online utilissimi per riuscire finalmente a trovare l'impiego giusto per te. La sensazione è quella del parcheggio, del limbo, della sala d'attesa mentre l'obbiettivo si sposta sempre più fino a smaterializzarsi, a diventare nebuloso e, dopo alcuni anni, chiedersi che cosa stavo cercando e,…
Il Progetto Teatrale Diritti/Rovesci: una scommessa contro l’omofobia
Una scommessa. È questo che sta dietro al progetto Diritti/Rovesci, pensato dall'Associazione Culturale Uthopia, insieme all’attore Ciro Masella. La trasformazione di una lettura che si sarebbe dovuta trasmutare in realtà in occasione al Festival Dei Diritti, edizione 2020 a Firenze. Il COVID ha bloccato anche questo, ma non l’immortalità del progetto, che da lettura è diventata un progetto digitale. Qualcosa di pensato e realizzato appositamente per il web, con la sua presentazione nel palinsesto del Festival organizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Firenze e della Rete RE.A.DY della Regione Toscana, in collaborazione con Ireos-comunità queer autogestita della città.Si…
Nel tempo degli Dei - Marco Paolini e il calzolaio di Ulisse
Marco Paolini porta in scena le memorie e i racconti di un Ulisse non più guerriero, ma vecchio e pellegrino che nella strada verso l'Olimpo incontra un giovane uomo. Un pastore che conosce le vicende dell'esilio, ma che è curioso di sapere i retroscena del mito epico, partendo fin dal principio con il pomo della discordia di Paride che scatenò la guerra di Troia. Il racconto si presenta come un intreccio che potrebbe essere paragonato alla tela, che la moglie Penelope tesseva in attesa del ritorno del suo amato, tanto quanto l'attore drammaturgo disfa le gesta del Re di Itaca,…
Haifa ha iniziato a camminare: Occident Express di Stefano Massini su Rai Play
Nel 2015 una donna anziana di Mosul si è messa in fuga con la nipotina di 4 anni: ha percorso in tutto 5.000 chilometri, dall’Iraq fino al Baltico, attraverso la cosiddetta “rotta dei Balcani”."Occident Express (Haifa è nata per stare ferma)" è il racconto, in forma di monologo, della sua incredibile storia, la cronaca del suo viaggio narrato in prima persona. È il diario di una fuga. Haifa non sceglie di mettersi in cammino: qualcosa di più grande decide per lei, obbligandola a lasciarsi tutto alle spalle. Cosa cerca? Una meta. Un approdo. Forse solo un posto dove fermare le…
Sandro Mabellini e la dittatura del Troll tra nuovi regimi e bullismo
PISA – “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare” (Pastore Martin Niemoller). La batteria in primo piano, come terzo protagonista a tutti gli effetti accanto alle due sedie da scuola elementare, ci ha fatto sobbalzare alla mente quelle operette rock,…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM