Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

“Lo schiaccianoci” di Giuliano Peparini inaugura la stagione al Teatro dell’Opera di Roma

“Questa produzione segna il debutto di Eleonora Abbagnato come Direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera - ha dichiarato il Sovraintendente Carlo Fuortes - saranno nuove le scenografie, i costumi, le luci e anche il coreografo”.
Dal 20 dicembre all’8 gennaio 2016 andrà in scena al Teatro Costanzi il balletto “Lo schiaccianoci” ma stavolta avrà un tocco innovativo, più attuale grazie alla creatività e al talento artistico del regista e coreografo italiano Giuliano Peparini.
“In questa versione dell’opera di Ciaikovskij ho cercato di adattare la tradizione a quello che io volevo raccontare, la storia ovviamente non cambia ma ho scelto di inserire dei personaggi che ritenevo importanti per il mio sviluppo della messa in scena. – racconta Peparini in occasione della conferenza stampa di presentazione – Il mio obiettivo è stato quello di renderlo ancor più accessibile ai giovani di oggi e per questo motivo i personaggi principali sono adolescenti, non bambini”.
Sarà la prima ballerina Alessandra Amato a vestire i panni della Regina dei fiocchi di neve, vedremo poi l’elegante Michele Satriano nel ruolo del nipote di Drosslemeyer, Claudio Cocino interpreterà lo Zio Drosselmeyer e infine Rebecca Bianchi nel ruolo di Marie, la quale con entusiasmo e commozione ha rivelato alla stampa: “Lavorare con Giuliano è stato molto interessante, ha cercato di costruire quest’opera sulla nostra personalità e questo ci ha spinto a tirar fuori ancor meglio le nostre potenzialità”.
In occasione del debutto e delle 14 repliche saranno in scena due interpreti inattesi, il B-Boy coreano Hong 10 e l’olandese Menno del Red Bull Bc One All Star Team; la scelta di inserire due breakers nel corpo di ballo, spiegano il coreografo e Eleonora Abbagnato, è stata fatta sempre sulla base di una concezione della danza come un mix di generi, un’occasione di incontro e di condivisione tra stili differenti.
Una rilettura contemporanea di un classico del repertorio, questa versione de “Lo Schiaccianoci” segnerà un modo nuovo di leggere e di farsi trasportare dalla tradizione. L’interpretazione della partitura musicale sarà affidata al direttore David Coleman, le scene a Lucia D’Angelo e Cristina Querzola, i costumi a Frédéric Olivier, la video grafica a Gilles Papain e le luci a Jean-Michel Désiré.
“E’ uno spettacolo che farà sognare tutti, dai piccoli agli adulti. – ha affermato Eleonora Abbagnato – E’ un titolo importante che rimarrà a questo teatro, con costumi fantastici e interpreti che vestono i loro ruoli a pennello”.

Giada Carlettini 12/12/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM