Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

EUROPA in DANZA. Un Premio per celebrare talenti, giovani promesse e ricordare il valore storico della danza e del balletto

Questo sabato 22 febbraio 2020 alle ore 18.00, presso lo Sheraton Conference Center di Roma, avrà luogo la serata di gala per la consegna del PREMIO EUROPAinDANZA, annuale riconoscimento per artisti e professionisti che si sono distinti, nel campo della danza, per eccellenza e talento. Giunto alla quinta edizione, con la direzione artistica di Alessandro Rende e Steve La Chance, il Premio nasce dal desiderio di mettere in luce le esperienze artistiche che hanno contribuito alla diffusione e allo sviluppo della danza in termini di qualità, produttività, ingegno.

Fondato sul valore storico della danza e del balletto, anche in quanto strumento di formazione e crescita culturale, il PREMIO EUROPAinDANZA ha visto tra i suoi protagonisti non solo ballerini e coreografi celebrati sulla scena mondiale, ma anche talenti emergenti e giovani stelle del nostro balletto, insieme a giornalisti, critici di danza, docenti, fotografi, scenografi e produttori che promuovono con la loro attività l’evoluzione e il potenziamento del settore.
Numerosi e meritatissimi sono stati i premi assegnati dalla Giuria Internazionale composta da Alessandro Rende (direttore EUROPAinDANZA e danzatore del Teatro dell’Opera di Roma), Steve La Chance (direttore EUROPAinDANZA, maestro e coreografo internazionale), Raul Valdez (Contemporary Dance School Hamburg), Annamaria Galeotti (Accademia Nazionale di Danza), Marta Diminich (Staatliche Ballettschule Berlin).

Paul Chalmer andrà il “Premio alla Carriera” 2020, in omaggio e riconoscimento dell’intensa attività artistica che lo ha portato dalle vette professionali, come primo ballerino ed étoile, ai prestigiosi riconoscimenti come coreografo, maître de ballet e direttore in alcuni dei più importanti teatri del mondo; ad Eleonora Abbagnato, prima artista italiana nella storia nominata danseuse étoile del Ballet de l’Opéra de Paris, nonché direttrice in carica del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, sarà  consegnato il “Premio al Valore” per i ruoli principali interpretati nel celebre teatro parigino e nei maggiori teatri di prestigio internazionale e per il prezioso contributo alla valorizzazione della danza nel mondo; a Giuseppe Picone, altra eccellenza del nostro balletto, étoile internazionale e coreografo, il “Premio al Merito” per la cura e l'eleganza della coreografia de Lo Schiaccianoci, balletto andato in scena al Teatro di San Carlo di Napoli dove è direttore del Corpo di Ballo dal 2016.

Per la danza internazionale, EUROPAinDANZA mette in luce le nuove stelle del balletto, protagoniste di straordinarie ascese professionali: a Virna Toppi, già prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano e oggi principal dancer al Bayerisches Staatsballett, va il “Premio al merito come migliore danzatrice italiana all’estero”. Ma non vengono dimenticati soprattutto i tre i premi “Giovane Promessa”, assegnati ai ballerini dei nostri principali corpi di ballo che si sono distinti nel corso della stagione per eccellenza tecnica e interpretativa: a Nicola Del Freo, dal Teatro alla Scala di Milano, a Simone Agrò, dal Teatro dell’Opera di Roma, e a Daniele Di Donato, dal Teatro San Carlo di Napoli; invece il “Premio al merito Compagnia d’eccellenza per la danza contemporanea” al Nuovo Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini, per il suo repertorio innovativo e il talento coreografico di alcuni dei migliori autori sulla scena italiana e internazionale;eurodanza 02

Il “Premio al Valore Costumista per la danza in Italia e nel Mondo” va a Roberta Guidi di Bagno, scenografa e costumista di opera, teatro e balletto per le maggiori compagnie del mondo, dal Teatro alla Scala di Milano al Maggio Musicale Fiorentino, dal Royal Danish Ballet al San Francisco Ballet;
a Clarissa Mucci, docente dell’Accademia Nazionale di Danza, già maître de ballet per i più importanti teatri d’opera italiani, il “Premio al valore per l’assidua e riconosciuta attività di insegnante di danza classica”;
Daniele Cipriani, produttore in Italia e all’estero di grandi serate di danza con i protagonisti del balletto mondiale, nonché direttore della Compagnia Daniele Cipriani con la quale ha riportato in scena gioielli storici del repertorio coreografico italiano e nuove creazioni, il “Premio al merito per la produzione, l' organizzazione e la promozione di eventi dedicati alla danza”;
Giuseppe Distefano, giornalista e critico di danza per la rivista Danza & Danza, oltre che per Artribune, Sipario ed Exibart, attivo in Italia e all’estero anche come fotografo di danza e teatro, autore di mostre e reportage, va il “Premio al Merito per l’attività di critico, giornalista e fotografo di danza e teatro”.
Pino Carbone il “Premio al Merito per l'ideazione del BodyCode System e per il costante impegno al servizio dei danzatori”: impegnato da oltre trent’anni nella cura della persona e in particolare dei ballerini; a Luca Della Corte il “Premio al merito giovane coreografo” per l’attività di ricerca e sperimentazione creativa: di Salerno, laureato all’Accademia Nazionale di Danza, è stato solista e co-coreografo della compagnia Aton-Dino Verga Danza, distinguendosi in seguito come autore di pezzi originali, premiati in contesti nazionali e internazionali; il “Premio giovane talento per la fotografia della danza” a Federica Capo, formatasi all’Accademia delle Belle Arti di Napoli e all’Accademia Teatro alla Scala, riconosciuta per il tratto elegante e poetico che valorizza la danza e i suoi interpreti.

Infine, tra le segnalazioni della giuria per i nuovi talenti della danza, ci sono gli allievi dei più prestigiosi centri italiani di formazione professionale che hanno riportato i seguenti premi: “Premio Giovane Promessa” a Letizia Masini, dalla Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala, ad Antonio Gallo, dalla Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo di Napoli, a Giada Olivieri e Joao Victor Gomes de Souza Xavier, dalla Scuola di danza del Teatro dell'Opera di Roma, a Chiara e Federica Maresca, dall'Accademia Nazionale di Danza.

La cerimonia esclusiva di sabato 22 febbraio, allo Sheraton Conference Center di Roma, vedrà la partecipazione dei premiati e l’esibizione dei solisti, primi ballerini e giovani talenti delle scuole professionali che hanno ricevuto il PREMIO EUROPAinDANZA 2020.

Il Premio si inserisce nell’ampia programmazione del meeting internazionale EUROPA in DANZA - sempre con la direzione artistica di Alessandro Rende e Steve La Chance - che in una maratona di tre giorni (21/23 febbraio) riunisce in unico evento lezioni, audizioni e un concorso internazionale, ospitando maestri e talenti da tutta Europa.

Roberta Leo

Roma, 22/02/2020

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM