Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Comprare solo smartphone Samsung e Nexus? Una ricerca sulla sicurezza dice di sì

Tutto è cominciato da una ricerca sugli smartphone, svolta da una nota compagnia di sicurezza informatica. Dopo la pubblicazione della stessa, c'è stato un gran chiacchericcio intorno alla questione: parrebbe infatti che gli unici dispositivi Android realmente affidabili a livello di sicurezza siano quelli della gamma Samsung e Nexus.
La sicurezza informatica è un tema (im)portante e molto sentito oggi giorno - basti vendere l'appeal di una serie tv come “Mr. Robot” - sia dai privati che dalle aziende, spesso vittima di hackeraggi e simili. Ecco quindi che le compagnie che producono smartphone si stanno orientando sempre di più su questo aspetto: Google per esempio già da tempo ha adottato le patch di sicurezza mensili, ovvero degli aggiornamenti che vanno a correggere le “vulnerabilità” che emergono in corso d'opera.
È stata Duo Labs, una compagnia esperta di ricerche in ambito informatico, a pubblicare il report in cui sono stati analizzati i livelli di sicurezza per gli smartphone Android rispetto ad alcune “vulnerabilità” scoperte da Gal Beniamini, un noto esperto del settore. La “falla” scoperta concerne tutti gli smartphone con processore Qualcomm ed è stata già corretta da Google con una recente patch di sicurezza mensile, di cui parlavamo poco sopra. Nonostante ciò circa il 57% degli smartphone Android non ha ancora ricevuto questa patch, esponendo più della metà dei prodotti sul mercato a rischio di essere infettata. La ricerca ha analizzato inoltre i livelli di sicurezza attuali rispetto a quelli di Gennaio 2016, quando erano stati riscontrati problemi simili. I risultati mostrano come solo i più recenti smartphone della linea Samsung Galaxy e i dispositivi Nexus abbiano ottenuto dei reali miglioramenti a livello di sicurezza, riuscendo a coprire circa il 75% delle “vulnerabilità” scoperte. Il resto del mercato, drammaticamente, non ha invece coperto le falle di sicurezza per nulla o lo ha fatto solo in minima parte.
In base a tutti questi dati, la conclusione dei ricercatori è stata dunque che gli unici smartphone affidabili a livello di sicurezza siano quelli Samsung e quelli Nexus, grazie alla continuità degli aggiornamenti di sicurezza rilasciati dai produttori. Voi che farete, continuerete col vostro smartphone o una ricerca come questa potrebbe convincervi a cambiarlo?

Federico Vascotto 17/07/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM