Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 673

Campus Party Italia: si è conclusa con successo l'edizione italiana del festival di tecnologia e innovazione

Dal 18 al 22 luglio, a Rho Fiera Milano, si è tenuta la tappa italiana del Campus Party, il festival internazionale dell’innovazione e della tecnologia, in cui creatività e condivisione diventano parole chiave. Un campeggio di quattro giorni a base di talk, workshop, coding e esperienze videoludiche che ha chiamato a raccolta studenti, giovani imprenditori, aziende e professionisti di tutto il mondo; un’avventura immersiva alla scoperta delle innovazioni del presente per gettare uno sguardo al futuro dei nostri giovani.
Realizzato in collaborazione con Regione Lombardia e con il sostegno di numerose partner (tra cui AXA, Nexi e IGP Decaux), community e atenei italiani, Campus Party Italia si riconferma in questa seconda edizione come un evento tanto capace di attrarre programmatori e sviluppatori, quanto di mettere in atto, - nell’era della connettività -, inestricabili relazioni tra più campi del sapere, istituendo un continuo dialogo tra arte e scienza, fantasia e ricerca, formazione e intrattenimento. Domande quali “come può un giovane avviare una start up di successo nell’era digitale?”, “come si sviluppa il lavoro di un concept artist nel concretizzare le idee del regista, durante la lavorazione di un film?” o “quali sono le possibilità offerte dalla Realtà Virtuale?” si sono ritrovate sotto lo stesso tetto, unite dalla passione di centinaia di ragazzi e ragazze di tutta Italia. CP2
Sono stati più di 350 gli speaker che si sono alternati sui 7 palchi del festival. Tra questi Guido Tonelli, fisico e docente ordinario presso l’università di Pisa, tra i principali scopritori del bosone di Higgs; Jon “Maddog” Hall, Presidente del consiglio di amministrazione del Linux Professional Institute; il direttore di TGLa7 Enrico Mentana, che nell’intervento di mercoledì scorso ha parlato del suo nuovo progetto editoriale: un quotidiano digitale online senza scopo di lucro, e il filmmaker Rob Spence, che al posto dell’occhio destro, perso in un incidente, si è fatto impiantare una piccola video camera wireless.
Ma Campus Party è anche una festa in cui non solo i nerd più incalliti me persino le famiglie e i più piccoli possono divertirsi, grazie all’allestimento dell’area Experience, in cui tra consolle, tornei di gaming, visori di realtà virtuale, simulatori ed esposizioni il tempo sembra volare. Degna di nota, all’ingresso dell’area una batteria di consolle funzionanti, ordinate dalla più datata alla più recente e a disposizione di tutti, accompagna i fruitori in un mini-viaggio attraverso la storia del videogame.
L’evento è terminato verso le ore 3:00 del 22 luglio, tra gli scatenati festeggiamenti dei camposeros - così si chiamano i ragazzi che partecipano all’evento - e dei membri dello staff, sulle note del dj set allestito da RDS 100% Grandi Successi. Carlo Cozza, presidente di Campus Party Global, è apparso soddisfatto per l’esito di un festival che anche quest’anno ha messo creatività e innovazione a portata di giovani talentuosi.

Riccardo Bellini 22/07/2018

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM