Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

“MetaMateria”: arte e industria all’Auditorium Via Veneto

Cinque artisti, materiali di recupero industriale e mezzo secolo di storia culturale ed economica nazionale: questa è “MetaMateria – da materia d’industria a materia d’arte”. La mostra, promossa da Fintecna Spa, gruppo CDP, in collaborazione con Gmgprogettocultura, si trova negli spazi dell’Auditorium Via Veneto, a Roma, ed è aperta al pubblico fino al 30 aprile 2016.
Eugenio Carmi, Luigi Gheno, Beverly Pepper, Arnaldo Pomodoro e Sinisca sono le autorevoli firme che compongono “MetaMateria”, un insieme di opere volto ad analizzare il rapporto tra la scultura e l’industria. Comun denominatore: la vita nelle fabbriche siderurgiche, declinata poi nello stile personale degli artisti. Luoghi di sudore e di fatica che diventano centro della sperimentazione artistica, l’operaio che diventa simbolo della trasformazione sociale e ambientale, e materiali di recupero che diventano composizioni artistiche astratte.
Un percorso che sottolinea un fenomeno prettamente italiano, un progetto di sintesi tra arte e industria e che riporta alla luce il patrimonio storico-artistico dell’ex Iri.
Oltre alle opere degli artisti sopra citati, MetaMateria espone le opere grafiche e pittoriche della mostra precedente “Ingegni d’Arte. Raccolta completa delle copertine di Civiltà delle Macchine”.
Fintecna con questo nuovo polo espositivo si pone come custode dei valori della stagione dell’impresa pubblica negli anni ‘50 e ’60, quando l’allora Istituto per la Ricostruzione Industriale (IRI) seppe riconoscere con assoluta lungimiranza la funzione inalienabile della cultura e dell’arte nella società del tempo.
“La valorizzazione dei patrimoni artistici materiali e immateriali– afferma Riccardo Taddei, direttore generale Fintecna –può costituire un’area di sviluppo per nuovi sistemi, dove non prevale solo il ritorno economico, ma soprattutto quello culturale, perché la cultura genera innovazione, approcci partecipativi e risultati inaspettati. È il momento storico adatto per promuovere queste sinergie e, in linea con gli importanti segnali che arrivano dal Governo vorremmo offrire al pubblico questo progetto. La valorizzazione della cultura è uno dei nostri biglietti da visita e l’arte può essere uno dei nostri cavalli di battaglia”.

MetaMateria – da materia d’industria a materia d’arte
Dal 4 dicembre 2015 al 30 aprile 2016
Auditorium Via Veneto
Via Veneto, 89 Roma
Per info e prenotazioni
Tel 06 421 26 630
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Angela Parolin 15/12/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM