Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Sentieri dell'arte

Al Chiostro del Bramante si svelano le inedite collezioni a firma dei rivoluzionari Maestri delle macchie
Fino al 4 settembre 2016, a pochi passi da Piazza Navona, il Chiostro del Bramante già di per sé un posto suggestivo da visitare, ospita “I MACCHIAIOLI. Le collezioni svelate” la mostra a cura di Francesca Dini, prodotta e organizzata da Dart-Chiostro del Bramante e Arthemisia Groupche.Intorno al 1855, un gruppo di giovani pittori e intellettuali toscani e di altra provenienza, soliti incontrarsi al Caffè Michelangelo (là dove tutto è iniziato) a Firenze e profondamente coinvolti nella realtà del loro tempo, vuole rinnovare la cultura pittorica nazionale. Inizia così a prendere vita il movimento dei Macchiaioli.I poeti delle macchie di…
Mario Giacomelli a Palazzo Braschi: la memoria e la potenza del contrasto
“L’immagine è spirito, materia, tempo, spazio, occasione per lo sguardo. Tracce che sono prove di noi stessi e il segno di una cultura che vive incessantemente i ritmi che reggono la memoria, la storia, le norme del sapere.” Nelle poche, semplici parole di Mario Giacomelli viene espressa l’essenza dell’atto fotografico come la traccia del nostro passaggio. Testimonianza impressa della nostra esistenza. È in esposizione al Palazzo Braschi dal 23 marzo fino al 29 maggio “Mario Giacomelli. La figura nera aspetta il bianco”. La mostra si snoda attraverso cinque sale che espongono duecento fotografie originali e autografate dall’artista, la cui meditazione su…
Youth Codes: la purezza del punk
Youth Codes rappresenta il punk genuino per eccellenza. E non perché bisogna parlar bene dell'ennesima mostra sul punk o perché sono esposte delle foto particolamente belle. La bellezza e la purezza di quest'attitudine si mostrano dagli scatti dei tre fotografi - la coppia londinese Knorr e Richon e il tedesco Weinand - che riescono a restituire le tracce di un passato che loro stessi hanno vissuto. Per esempio, partiamo dal presupposto che la musica esula totalmente dal contesto punk di cui stiamo parlando. Partiamo dal presupposto che i Sex Pistols non sono punk perché sennò lo sarebbero anche i Backstreet…
Pagina 20 di 26

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM