Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Sentieri dell'arte

“Lasciami entrare” al MACRO, tra matite e infanzie spezzate in attesa di essere riparate
“Lasciami entrare” è l’ultima tappa di un viaggio iniziato nel 2011 a Tzippori in Galilea, nei pressi di Nazareth, nel quale Alessandro Valeri ha voluto donare a un orfanotrofio il proprio impegno umanitario, creativo e artistico.Non è la prima storia di tal genere, né sarà l’ultima, ma vale la pena di essere raccontata poiché l’arte impegnata e non omologata di quest’artista offre la possibilità di entrare in un mondo difficile, condividendolo non soltanto per il tempo di uno sguardo, ma anche per la sintonia dei sentimenti.All’interno di un moshav ebraico in una zona del paese abitata per la maggior parte da…
World Press Photo 2016: gli occhi del fotogiornalismo sul mondo
L’importanza della fotografia documentaristica e del fotogiornalismo assume spessore attraverso i riconoscimenti umanitari e giornalistici di alcune istituzioni ne hanno anche proposto il tenore artistico individuale. Tra queste, la World Press Photo Foundation, nata nel 1955, porta avanti da 59 anni la ricerca e la selezione per categorie del contest mondiale che aggrega e accomuna i migliori scatti, dedicati ogni anno agli argomenti più scottanti, alle realtà più invisibili e alle situazioni più controverse. L'istituzione è indipendente e senza fini di lucro. Il World Press Photo 2016 segna la sua “esima” edizione, ricalcando la fondamentale testimonianza visiva nel mondo dell’informazione…
GAPscape: l’anima e il corpo di un'Italia sconosciuta
“GAPscape - STATE OF ART – Italia. Anima e corpo d’Italia”. È questo il titolo della mostra che dal 13 al 22 maggio è ospitata dal Palazzo delle Esposizioni di Roma. Si tratta del progetto artistico (curato da Achille Bonito Oliva) di Minya Mikic, una giovane artista internazionale dalle origini balcaniche, composto da 37 ritratti di personalità illustri italiane. La tecnica usata spiega anche il neologismo del titolo: mescolando pigmenti puri a pasta acrilica crea una stesura attraverso la quale reinterpreta, su una superficie trasparente di plexiglass, il ritratto dei soggetti coinvolti. Attraverso gli spazi vuoti – GAP - che…
Pagina 19 di 26

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM