Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 638

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 625

Sentieri dell'arte

La Cina comunista e l’arte della propaganda in mostra al Museo di Roma in Trastevere
“L’art pour l’art” si sosteneva a inizio Ottocento per descrivere un’arte autosufficiente, causa e fine di se stessa: esattamente il contrario di ciò che l’arte ha rappresentato per i totalitarismi, incarnandosi in quella forma del tutto inedita che il Novecento ha conosciuto come propaganda. “CHINA: rivoluzione – evoluzione. Manifesti della Propaganda (1949 – 1983)”, in mostra al Museo di Roma in Trastevere fino al 23 aprile, è una selezione di poster e dipinti che focalizza l’attenzione sulla Cina maoista, con le sue contraddizioni e le sue ambizioni. Le opere, appartenti alla Hafnia Foundation, descrivono un itinerario per conoscere e avvicinarsi…
Fabiano Pietrosanti e Aude Lerin presentano “Decostruzione” e “Identità: Les amours imaginaires” allo spazio “Zazie nel metrò”
Corpi che dialogano con oggetti per esprimere il proprio sé più intimo sono cristallizzati dalle fotografie di Fabiano Piertrosanti e Aude Lerin. Lo spazio di “Zazie nel metrò” in zona Pigneto ospita, a partire dal 24 febbraio, la mostra “Identità: Les amours imaginaires” della fotografa parigina e “Decostruzione” del fotografo romano perfezionatosi a Parigi. I due sono capaci di interpretare il corpo al tempo stesso come manifesto e gabbia di un io non del tutto giunto alla comprensione di se stesso, ma sempre in ricerca.Così i ritratti in bianco e nero di Pietrosanti ci mostrano una figura umana in lotta…
“Abstractism”: quando le avanguardie della street art incontrano la provincia italiana
Lo scorso 18 febbraio è stato inaugurato, presso la Galleria d’arte Varsi, “Abstractism”, il progetto che indaga sul muralismo d’avanguardia. La mostra, visitabile fino al 9 marzo, è il frutto di due anni di produzioni artistiche promosse da Altrove festival, già reduce dall’organizzazione di Abstractism Humanize Landscape, lo scorso anno, e Abstractism - Collective show, nel 2015. La forma non poteva essere che quella della collettiva: 108, 2501, Alberonero, Alexey Luka, Aris, Giorgio Bartocci, Clemens Behr, Ciredz, CT, Ekta, Erosie, Graphic Surgery, Gue, Martina Merlini, Moneyless, Nelio, Domenico Romeo, SBAGLIATO, Sten Lex, Tellas e THTF sono gli artisti che, in…
Pagina 18 di 29

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM