Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Continua la ricca programmazione di appuntamenti di Letture d’Estate 2018, la storica manifestazione realizzata dalla Federazione Italiana Invito alla Lettura completamente autofinanziata, gratuita e aperta ogni giorno dalle 10 alle 01,30 lungo i viali dei Giardini di Castel Sant’Angelo di Roma.margherita lucio letture d estate 2018 1

Un cartellone di eventi che accompagnerà il pubblico alla scoperta delle più interessanti novità editoriali e non solo. Questa settimana spazio alla musica con gli appuntamenti a cura del Direttore artistico Lucio Villani, a partire dai concerti. Martedì 24 luglio, “Two Late” con Alberto Gurrisi (organo Hammond) e Laura Klain (batteria); mercoledì 25, “I Bassifondi” con Gabriele Miracle (percussioni), Stefano Todarello (colascione basso e chitarra), Simone Vallerotonda (tiorba, chitarre e direzione); giovedì 26, lezione-concerto con Marco Fabbri (violino) e Maurizio Di Giacomo (chitarre). Venerdì 27, arriva sul palco di Letture d’Estate 2018 il cantautore Filippo Gatti (padrino musicale di questa edizione) accompagnato da Fabio Marchiori (tastiere) e Francesco Gatti (basso, chitarra, drum machine); sabato 28, “Archive Valley” con Matan Rochlitz (banjo, mandolino, voce), Edoardo Petretti (accordion, piano) e Marco Zenini (contrabbasso); domenica 29, “Acting Duo” con Fabrizio Pieroni (pianoforte) e Luca Pagliani (chitarra); martedì 31, “MorinoSoloShow con Luca Morino (voce e chitarra).

Sempre a cura di Lucio Villani le residenze d’artista ospitate da Letture d’Estate. Si parte con Jorge Omar Sosa e le sue “Storie di Buenos Aires”: una serie di incontri dedicata a chi desideri avvicinarsi alla musica del Rio de la Plata e allo stesso tempo approfondire l’origine multiculturale e l’evoluzione di questo movimento, il tango, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità; lunedì 30, “Indios, Negros y Gauchos (selvaggi, scuri e meticci)”. Martedì 31 prende il via la seconda residenza d’artista, con Stefano Lenci, dal titolo “Bach fur Rhodes, la tastiera ben temperata: ogni secolo ha i suoi suoni”. Si parte con “CBT (I)”: scelta di preludi e fughe dal primo volume del Wohltemperierte Klavier (1722).

L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

Sito ufficiale

www.letturedestate.it

Per aggiornamenti e notizie in tempo reale

www.facebook.com/LetturedEstate/

Nella foto il Direttore Artstico Lucio Villani e la Curatrice Margherita Schirmacher

Redazione

24/07/2018