Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 681

A Letture d'Estate arrivano le residenze d'artista e la grande musica selezionata dal Direttore Artistico Lucio Villani

Continua la ricca programmazione di appuntamenti di Letture d’Estate 2018, la storica manifestazione realizzata dalla Federazione Italiana Invito alla Lettura completamente autofinanziata, gratuita e aperta ogni giorno dalle 10 alle 01,30 lungo i viali dei Giardini di Castel Sant’Angelo di Roma.margherita lucio letture d estate 2018 1

Un cartellone di eventi che accompagnerà il pubblico alla scoperta delle più interessanti novità editoriali e non solo. Questa settimana spazio alla musica con gli appuntamenti a cura del Direttore artistico Lucio Villani, a partire dai concerti. Martedì 24 luglio, “Two Late” con Alberto Gurrisi (organo Hammond) e Laura Klain (batteria); mercoledì 25, “I Bassifondi” con Gabriele Miracle (percussioni), Stefano Todarello (colascione basso e chitarra), Simone Vallerotonda (tiorba, chitarre e direzione); giovedì 26, lezione-concerto con Marco Fabbri (violino) e Maurizio Di Giacomo (chitarre). Venerdì 27, arriva sul palco di Letture d’Estate 2018 il cantautore Filippo Gatti (padrino musicale di questa edizione) accompagnato da Fabio Marchiori (tastiere) e Francesco Gatti (basso, chitarra, drum machine); sabato 28, “Archive Valley” con Matan Rochlitz (banjo, mandolino, voce), Edoardo Petretti (accordion, piano) e Marco Zenini (contrabbasso); domenica 29, “Acting Duo” con Fabrizio Pieroni (pianoforte) e Luca Pagliani (chitarra); martedì 31, “MorinoSoloShow con Luca Morino (voce e chitarra).

Sempre a cura di Lucio Villani le residenze d’artista ospitate da Letture d’Estate. Si parte con Jorge Omar Sosa e le sue “Storie di Buenos Aires”: una serie di incontri dedicata a chi desideri avvicinarsi alla musica del Rio de la Plata e allo stesso tempo approfondire l’origine multiculturale e l’evoluzione di questo movimento, il tango, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità; lunedì 30, “Indios, Negros y Gauchos (selvaggi, scuri e meticci)”. Martedì 31 prende il via la seconda residenza d’artista, con Stefano Lenci, dal titolo “Bach fur Rhodes, la tastiera ben temperata: ogni secolo ha i suoi suoni”. Si parte con “CBT (I)”: scelta di preludi e fughe dal primo volume del Wohltemperierte Klavier (1722).

L'iniziativa è parte del programma dell'Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

Sito ufficiale

www.letturedestate.it

Per aggiornamenti e notizie in tempo reale

www.facebook.com/LetturedEstate/

Nella foto il Direttore Artstico Lucio Villani e la Curatrice Margherita Schirmacher

Redazione

24/07/2018