Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

“Le Confessioni” di Roberto Andò, dal cinema in libreria

Dopo il successo di “Viva la libertà”, che ha ottenuto consensi in tutto il mondo e prestigiosi premi, tra cui il David di Donatello per la migliore sceneggiatura, il regista Roberto Andò è tornato al cinema con il suo nuovo, particolare e attualissimo film “Le Confessioni”.
In contemporanea con la sua uscita nelle sale, Skira Editore ha pubblicato la sceneggiatura del film, realizzata dallo stesso Andò e da Angelo Pasquini, in un libro omonimo a cura di Marco Olivieri, giornalista di “Repubblica” e critico cinematografico del settimanale “Centonove”, con le suggestive fotografie di Lia Pasquino, allieva della grande fotografa Letizia Battaglia.
Dal 28 aprile è quindi possibile trovare in libreria un testo che riporta le parole dei protagonisti del film, i loro dialoghi e i loro pensieri, accompagnati dalle affascinanti fotografie di scena, una postfazione e le interviste con il regista, lo images45sceneggiatore e il protagonista Tony Servillo.
“Le Confessioni” dallo schermo vengono così trasposte su carta, e leggendo si può rivivere la storia del monaco Roberto Salus, invitato a un summit di ministri dell’economia del G8. L’insolita scelta si deve al potente Daniel Rochè, direttore del Fondo Monetario Internazionale, che in una notte drammatica gli chiede di essere confessato. Il destino di Rochè e la figura di Salus si intrecciano nel segno del mistero, alla vigilia di una decisione gravida di conseguenze per le popolazioni più povere del pianeta.
Il film, con un cast di star internazionali (Toni Servillo, Daniel Auteuil, Connie Nielsen, Pierfrancesco Favino, Lambert Wilson), “veicola lo spettatore in un mondo ombroso, che vive nel segreto e che dal segreto della confessione viene minacciato” e “propone un emozionante sguardo dentro l’abisso di una civiltà e di una cultura”, cosa che rende possibile anche il libro, il quale si rivela una pubblicazione elegante, tra scrittura e foto in bianco e nero.

Maresa Palmacci 15/05/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM