Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 636

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 652

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 657

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 641

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 658

Libri

La "memoria di ragazza" senza tempo
«Annie Ernaux è il nome di un puzzle i cui pezzi formano ormai, libro dopo libro, una delle opere letterarie più importanti dei nostri tempi.» Le Nouvel Observateur Estate 1958. Per la prima volta lontana dalla famiglia, educatrice in una colonia di vacanze, una diciottenne scopre se stessa: l'amore, il sesso, il giudizio degli altri, la fatica di essere giovani, la sete di libertà. Tra la luce delle foto di quel tempo e il buio dei ricordi rifiutati, Annie Ernaux rivive l'età di passaggio che la trasformò in donna e in scrittrice, interrogandosi sui pensieri, le aspettative, le ritrosie (senza…
“Come della Rosa”: il volto sconosciuto dell’America nel nuovo romanzo di Tiziana Rinaldi Castro
«Poi l'infanzia finì e così la favola degli angeli e di Dio. Era arrivato il tempo della musica e della politica, della marijuana e dei ragazzi, ma soprattutto dei poeti maledetti e di quelli della beat generation. Quando guardavo in cielo non vedevo che nuvole. Meno male, pensai, il cielo serve per volare in America». E in America ci è volata davvero Tiziana Rinaldi Castro, fin da giovanissima, quando, ancora diciottenne, lascia il paese italiano d’origine, Sala Consilina, per stabilirsi in pianta stabile a New York, coronando il processo di integrazione nella capitale americana con la stesura, nel 2016, di un romanzo in…
"Insperati incontri": il nuovo, polifonico libro di Silvio Perrella
«I primi incontri, quelli con i familiari e poi con gli amici, sono avvenuti nella naturalezza dell’inizio. Poi quell’inizio si è frantumato [...]. È iniziato il lavoro del linguaggio. Di volta in volta sono arrivate persone e con loro parole e gesti e intonazioni. E ho capito che mi piaceva ascoltare la parola altrui».Silvio Perrella, critico letterario e scrittore siciliano, ha pubblicato nelle scorse settimane il suo nuovo libro “Insperati incontri”. In poco più di cinquecento pagine, l’autore di “Doppio scatto” parla con diversi interlocutori. Dalla A di Avalle, passando per la G di Garboli, proseguendo per la P di Pirandello…
Pagina 6 di 15

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM