Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 655

Libri

Dal 13 marzo in libreria: "Il banchiere di Lucifero"
Una rivelazione-choc sull’impero dell’illecito.Frodi, confessioni, guerre intestine: dietro le quinte del mondo bancario elvetico, dei suoi lussi e dei suoi inconfessabili segreti.La vera storia dell’uomo che ha violato l’impenetrabile fortezza delle banche svizzere. Bradley ce l’ha fatta: è arrivato in cima alla scala dorata della finanza. Può permettersi di girare in Ferrari e di annaffiare le sue cene con lo champagne, i suoi clienti lo invitano in vacanze in yacht e sui loro jet privati. Il prezzo di questo successo? “Solo” vendersi l’anima al sistema bancario svizzero, lavorando come esperto di aziende offshore e operazioni finanziarie ai limiti – e…
Dall'8 marzo in libreria "ICONIC FRIDA. Vita, passioni e fascino in uno stile unico oltre le mode"
Certe gringas mi hanno imitata; vogliono vestirsi come le messicane, ma quelle povere donne somigliano a delle rape, e a dire il vero hanno un aspetto davvero orribile.” Frida Kahlo “Frida è stata una delle prime donne a utilizzare la moda per diffondere un messaggio femminista di indipendenza.”Susana Martínez Vidal Frida Kahlo ha ispirato la moda, l'ha sempre fatto e continua a essere un punto di riferimento per fashion designers che trovano nel suo abbigliamento uno stimolo creativo per reinventare il passato. L’abito per Frida è l'espressione della sua identità, una maschera per esorcizzare il dolore e anche un mezzo…
Dal 1 marzo in libreria "Buongiorno mezzanotte, torno a casa" di Lisa Ginzburg
Una riflessione sull’esilio e su un desiderio di ritorno che non vuole avverarsi. Che parla di quanti vivono lontano, e non riescono a tornare.E di tutti gli altri, che in un tempo sobillato da un inconsistente vuoto, sentono di voler tornare a casa, in una casa che però non c’è più. C’è una linea che lega i percorsi di Anna Maria Ortese, Nikolaj Gogol’, James Joyce o Jean Rhys quando, lontani dalla propria terra, si confrontavano con la scrittura e la creatività. Di questi precedenti si puntella il percorso di una scrittrice italiana residente all’estero, nel tentativo di venir fuori…
Pagina 4 di 16

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM