Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Alla scoperta dell’universo femminile di “Notturno di donna con ospiti”: intervista alle attrici Giulia Gallone e Giulia Trippetta

In occasione del saggio di diploma dell’allievo regista dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” Mario Scandale , abbiamo rivolto alcune domande alle attrici di “Notturno di donna con ospiti” . Giulia Gallone, ex allieva diplomatasi quattro anni fa e oggi nella compagnia di Gabriele Lavia e Giulia Trippetta , diplomata al corso di recitazione nel 2014.

Giovanna e Rosanna sono donne molto forti e tra loro diverse. Ci presentate i vostri personaggi?

G.G.: In “Notturno di donna con ospiti” interpreto Giovanna, un personaggio che, su espressa indicazione di Mario durante il provino, doveva rappresentare tutto ciò che Adriana sogna di essere. È molto affascinante, di potere, napoletana ma che ha voluto “ripulirsi”. Gioca a fare la femme fatale e, non appena entra in scena, dà subito l’idea di avere in mano le redini della situazione.
G.T.: In “Notturno di donna con ospiti” sono Rosanna, amica d’infanzia di Adriana, una figura ambigua che fin dall’inizio si delinea come un personaggio quasi sgradevole e che, proprio per questo, è stato molto divertente interpretare come attrice.Totale4

Come si è rivelata l’esperienza di “Notturno di donna con ospiti” e quali sono state le maggiori difficoltà riscontrate?

G.G.: L’esperienza è stata molto positiva, innanzitutto perché sono tornata ad approcciarmi a un testo teatrale in modo metodico: mi mancava l’aspetto dello studio di un testo e la pratica di mettersi tutti a tavolino e discuterne. La parte iniziale è stata la più dura, perché bisognava sviluppare l’idea e lavorare su un autore che mi ha colpito per le sue tematiche, per l’universalità e l’efficacia della sofferenza descritta. Sono situazioni che possono direttamente toccare lo spettatore e che esaltano la contemporaneità del testo.
G.T.: Inizialmente è stata dura, perché il testo è molto complesso e lascia le vicende in sospeso, i personaggi sono volutamente ambigui e anche io, nel mio piccolo, ho affrontato delle difficoltà: c’era un mondo a cui approcciarsi, però devo ammettere che essere in una compagnia tanto affiatata mi ha aiutato. Lavorandoci insieme abbiamo saputo delineare un percorso individuale da affrontare, una traiettoria che ogni singolo personaggio potesse percorrere per sviluppare al meglio la sua storia.

Era la prima volta che incontravate il Maestro Cirillo? Come è stato lavorare con lui?

G.G.: Purtroppo non è stato mio insegnante durante il triennio, ma naturalmente lo conoscevo come attore, ero andata a vedere molti suoi spettacoli, quindi il giorno dei provini non posso negare che avevo addosso un’ansia terribile. Fortunatamente, ho potuto lavorare a questo spettacolo con Arturo Cirillo, un attore che è un esempio, qualsiasi cosa faccia. La sua sensibilità unica ha fatto sì che si mettesse al servizio di un allievo regista e, di conseguenza, al livello del cast. Questa esperienza mi ha permesso di “rubare” molto da lui.
G.T.: Io ho avuto la fortuna di averlo come supervisore dei registi del mio anno di diploma ed è stato d’esempio: ha seguito i lavori, ha dato il suo apporto fondamentale, ha aiutato molto. Oggi ancora di più, dopo “Notturno di donna con ospiti”, credo sia stata una grossa fortuna condividere il palco con un attore così: umile e che si mette in gioco. Di lui emerge l’incredibile voglia di fare ma anche l’umanità, il suo essere persona prima ancora che attore e il fatto di mettere a disposizione la sua esperienza per il progetto di Scandale.

Totale5Il tuo personaggio si delinea come una terza via di femminile tra Adriana e Giovanna: Rosanna sfugge per incarnare una precisa ambiguità?

G.T.: Nell’equilibrio del gruppo, ogni personaggio ha un ruolo ben definito: il compito di Rosanna è far affiorare il passato di Adriana che le si rivolta contro. Il suo atteggiamento scontroso, sin da subito, non è forse quello che ci si aspetterebbe. Rosanna è il cavallo di Troia, insieme al quale entrano gli altri componenti del gruppo e anche il passato di Adriana. Si crea questo viaggio sempre più vorticoso nel suo incoscio che porta poi al collasso definitivo dell’emotività.

Quale ritenete sia l’insegnamento più grande di questa esperienza?

G.G.: È difficile dirlo, dal momento che “Notturno di donna con ospiti” è stato un concentrato di insegnamenti, ma credo che ciò che più di tutto ricorderò è l’importanza di credere in un’operazione, qualunque essa sia. In un periodo critico per il teatro come quello che stiamo vivendo, Mario ha creduto fermamente nella sua idea, è stato d’esempio. Devo tenere a mente questa tenacia, per combattere i momenti di sconforto che, inevitabilmente, arrivano.
G.T.: Io porterò con me l’importanza di un gruppo tanto affiatato, amalgamato anche dalla presenza di Arturo Cirillo e dalla bravura di Mario, che è riuscito a dirigere tutti con grande serenità, armonia e divertimento. E, naturalmente, non posso dimenticare l’esperienza di recitare in napoletano, anzi: in un particolare napoletano che porta con sé lingua e immaginario, quelli di Ruccello e attinge a piene mani da contesti molto problematici.

E dal passato, dimensione temporale viva in “Notturno di donna con ospiti”, guardiamo al futuro. In cosa pensi cambierà il tuo approccio al teatro?

G.G.: Senza dubbio, veder lavorare Arturo Cirillo ha inciso molto. Da lui si può imparare la fedeltà al ruolo: qualsiasi cosa faccia è credibile sin da subito. In un teatro che molto spesso è imperniato sul presenzialismo, sul desiderio spasmodico di farsi notare, lavorare con un attore che ti accompagna, ti prende per mano e ti invita a seguirlo con la sua esperienza e la sua tecnica è, invece, tutta un’altra cosa, fortunatamente.

Letizia Dabramo
11/03/2017

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM