Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

La vita ricomincia nei luoghi simbolo di Parigi: #TOUSAUBISTROT

Gli attacchi terroristici del 13 novembre hanno colpito dei luoghi di ritrovo molto frequentati dai giovani parigini. Niente sarà come prima per chi è sopravvissuto ma il popolo francese ha mostrato grande dignità affollando le piazze e i quartieri di Parigi quasi fin da subito.
Il 17 novembre è nata una iniziativa spontanea da parte dei ristoratori: un minuto di silenzio nei loro locali alle ore 21. Anche la Guida Fooding ha invitato tutti i suoi amici, lettori, followers, i visitatori e tutti i francesi a uscire di casa per sedersi in un ristorante, bistrots, bar o brasserie per rendere omaggio alle vittime degli attentati, per sostenere le professioni legate alla ristorazione, molto colpite, e per abbattere la paura. Nelle ore successive,monitorando i social l’hastag #TOUSAUBISTROT sono circolate numerose adesioni con foto o selfie dai vari locali e frasi come questa:
“Parce qu'il faut vivre, boire, manger et rire... pour montrer qu'ils ne peuvent pas gagner! “
Calici di vino con la bandiera francese sullo sfondo, un bimbo con la faccia immersa nel menù, piatta da nouvelle cuisine, gruppi di ragazzi davanti un bar, sorrisi ma anche una fila di ragazzi che si tengono per mano, più di 2000 foto su instagram compongono il ritratto di una vita che vuole ricominciare. Non ci si arrende al terrore e al dolore. Ieri sembrava una serata come tante, tutti al bistrot per tifare la per la propria nazionale impegnata in un amichevole allo stadio di Wemble.

Gerarda Pinto 19/11/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM