Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Anche Roma ha il suo “Mercato Centrale”: un luogo dove perdersi tra buon cibo, arte e cultura

Ha aperto anche a Roma, il 5 ottobre, il Mercato Centrale, situato in Via Giolitti 36, nei pressi della Stazione Termini. Si tratta di un punto di ritrovo innovativo, un grande spazio dedicato ai prodotti di qualità e agli artigiani, con l’obiettivo di diventare anche un luogo di intrattenimento, dove perdersi tra buon cibo, arte e cultura.
Dopo il successo del Mercato Centrale di Firenze, Umberto Montano e il Gruppo ECVacanze hanno deciso di portare il concept pure nella Capitale, con 15 botteghe, un ristorante, un grocery, un’enoteca, una birreria e una caffetteria, ognuna con uno spazio espositivo e un laboratorio.
Sarà perciò possibile fare la spesa come in qualsiasi mercato, ma anche fermarsi a mangiare quello che più interessa, dalla pizza, ai formaggi, alla pasta, al pesce fino ai dolci.mercatocentrale
Gabriele Bonci, panettiere Romano noto in Italia e non solo, durante la giornata sfornerà pizze alla pala di grande qualità, pane, pizza, dolci e cornetti; di fronte a lui ci sarà spazio per i semifreddi di Cremilla e si potranno gustare il gelato artigianale di Luca Veralli e le specialità siciliane di Carmelo Pannocchietti.
Pierangelo Fanti di Massa Carrara porta il suo cioccolato Steiner, Marcella Bianchi i suoi carciofi in tutte le forme, Alessandro Conti fritti e polpette e Gabriele La Rocca i suoi famosi funghi.
Non mancano i formaggi selezionati da Beppe Giovale, il pesce fresco di Edoardo Galluzzi dell’”Antica Pescheria Galluzzi”, i tartufi toscani di “Savini Tartufi”, il triangolo di pizza farcita di “Trapizzino” di Stefano Callegari.
Si possono in più sorseggiare le varie tipologie di Birra Moretti E fermarsi per un caffè di “MondiCaffè”, o gustare la pizza tonda di Romualdo Rizzuti, premiata dal Gambero Rosso, l’hamburger di Chianina di Enrico Lagorio, i croccanti fritti di Martino Bellicampi di “Pastella”, le paste fresche di Egidio Michelis, la carne e i salumi di Roberto Liberati, macellaio romano di grande esperienza.
Al piano superiore, invece, è possibile provare la dispensa di Oliver Glowing e Salvatore De Gennaro, un connubio tra lo chef stellato e la grande bottega campana, dove assaggiare i piatti della tradizione reinterpretati in chiave moderna.
Il Mercato Centrale è un progetto bello e molto interessante, con nomi affermati, non solo nella realtà capitolina , basato sul concetto di bontà elementare, e che può dare lustro e riqualificare ad una zona della città che negli ultimi anni è stata trascurata dai cittadini romani.
Un concept unico, semplice ed elementare come la bontà del cibo di qualità che vi si più assaporare.

Maresa Palmacci 09/10/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM