Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Colori e Sapori

L’ottimismo a tavola contro la crisi economica: le ricette de La Cucina Futurista
Pensate che la cucina molecolare e le pillole capaci di sostituire i pasti siano il cibo del futuro?In realtà era stato tutto teorizzato quasi cento anni fa dal Movimento Futurista, che nel clima di totale rinnovamento e rottura con il passato non aveva trascurato un aspetto così importante per la cultura italiana: la cucina.Il Manifesto della cucina futurista, pubblicato sulla Gazzetta del Popolo di Torino nel 1930, aveva lo scopo di modificare radicalmente il modo di alimentarsi degli italiani e, come tutte le rivoluzioni, bersagliava il vero e proprio centro della gastronomia nostrana, la pastasciutta, definita “assurda religione gastronomica italiana”.…
Dite “cheeese”! Ecco il Festival del Formaggio Ubriacato
Il 28 e 29 maggio 2016 Bagnolo di San Pietro di Feletto, località in provincia di Treviso, ospiterà per la prima volta un Festival dedicato al “Formaggio Ubriacato”. L’evento, che sarà anche una vetrina per gli artisti del formaggio, è uno dei tanti dedicati a “Conegliano-Valdobbiadene Capitale della Cultura Enologica Europea 2016”.L’origine del formaggio ubriacato conta due diverse versioni che risalgono a eventi casuali. Si dice che sia nato in Veneto durante la Prima Guerra Mondiale, quando i contadini di Conegliano e Oderzo nascondevano il formaggio agli austriaci mettendolo nelle vinacce in quanto ritenute di poco valore e quindi lontane…
Della “cromodieta” ovvero dell’importanza dei colori nell’alimentazione
Il senso che governa l’alimentazione è senz’altro il gusto. Fin dall’antichità, però, l’indicatore che decretava la commestibilità o meno di un alimento era, oltre al profumo e alla consistenza, anche il colore: ad esempio alla tonalità verde è da sempre associata l’esperienza gustativa dell’acerbo, aci-do o amaro, mentre il rosso è associato al maturo e al dolce.Anche la vista ha quindi la sua legittimità, poiché l’aspetto più o meno invitante di un cibo è legato anche alla sua cromia. Questo dato di fatto emerge da recenti ricerche nel campo della psicologia sperimentale che dimostrano quanto i colori influenzino positivamente o…
Pagina 8 di 11

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#musica @danielecelona in #abissitascabili: un album/fumetto per i supereroi del nuovo millennio Giorgia Groccia https://t.co/FRbaVw7KVO

Digital COM