Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Romics Ottobre 2018: dalla rivoluzione del '68 ai fumetti in streaming

Un’edizione a cavallo fra passato e futuro, la XXIV del Romics di ottobre 2018, che si terrà anche quest’anno alla Nuova Fiera di Roma dal 4 al 7 ottobre. Sabrina Perucca, direttore artistico del Romics, ci tiene a dimostrarlo durante la conferenza, quando anticipa alcuni degli eventi e delle mostre che verranno ospitate all’interno dei cinque padiglioni a disposizione dei visitatori.

CharlotteGastautRomicsDOroXXIVEdIl passato arriva con la celebrazione dei cinquant’anni del ’68 con la mostra “RevolutionArt. 12 Artisti per il ’68”, in cui gli autori della Scuola Internazionale di Comics interpretano lo spirito rivoluzionario dei moti del 1968. A questo periodo storico e al decennio successivo sarà dedicato anche un panel, in cui interverranno Stefano Casini, che presenterà il suo libro “Gli anni Migliori” (ambientato proprio negli anni Settanta) e Gianfranco Manfredi, autore di “Cani Sciolti”, entrambi intervistati da Luca Valtorta. A celebrare un ventennale, invece, sarà Neon Genesis Evangelion, anime cult degli anni Novanta, che ha rivoluzionato il racconto e le prospettive dell’animazione sui mecha e non solo. Verrà celebrato, insieme a Utena Revolutionary Girl, altra serie fantascientifica di culto di quel decennio, nelle mostre “Evangelion Sci-Fi Anime Attack” e “Take My Revolution! Utena, 20th Exhibit”.

Il futuro c’è invece con la presentazione di YEP!, l’app creata da Shockdom – casa editrice sempre all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. Quella che è una vera e propria biblioteca digitale di fumetti sarà disponibile per il grande pubblico a partire proprio dal 4 ottobre e offrirà la possibilità di fruire sia online sia offline di centinaia di fumetti, grazie a un abbonamento annuale. Sabrina Perucca sottolinea anche l’interesse da parte del Romics di dare spazio agli artisti emergenti. Si conferma la presenza dell’Area Pro e Self Area, come luogo d’incontro per appuntamenti professionali fra operatori del settore e giovani autori. Spazio anche ai giovanissimi con la terza edizione del Concorso Nazionale “I linguaggi dell’immaginario per la Scuola”, realizzato in collaborazione con il MIUR e rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, al fine di premiare la creatività dei giovani partecipanti.

Al fianco di Sabrina Perucca c’è però anche Marco Gervasio, Romics d’Oro di questa edizione (insieme a Charlotte Gastaut e Chris Warner) e uno degli autori di punta di Topolino (creatore, fra le altre cose, della serie “Le strabilianti imprese di Fantomius, ladro gentiluomo”). Il fumettista sarà presente durante tutta la kermesse negli spazi dedicati alle live performance ma anche con una mostra, “Da Topolino a Fantomius fino a Papertotti, le mirabolanti avventure di Marco Gervasio”, dove sarà illustrato il percorso grafico di creazione di una tavola, dalle matite iniziali al colore, ma anche gli originali di ben due storie scritte e illustrate per Topolino.CosplayARomics 4

Max Giovagnoli, in diretta dalla conferenza, illustra invece il trait d’union dell’area Movie Village di quest’anno: il cinema di genere fra fantascienza, horror e “new cult”. Grandi anteprime attendono i visitatori: si comincia con “Venom”, protagonista di una speciale installazione all’interno della fiera, ma anche con “The Predator”, diretto da Shane Black (già regista di “Arma Letale” e “Iron Man 3”) e presentato in anteprima nazionale proprio il 4 ottobre presso il cinema Adriano di Roma. Sempre nel solco dell’incontro fra passato e futuro si inserisce l’anteprima di “The Wall”, webserie dedicata ai grandi film cult degli anni ’80 realizzati da Warner Bros. Romics ospiterà inoltre l’anteprima di un altro film molto atteso, “Mirai”, del pluripremiato regista Mamoru Hosoda. A seguito della proiezione è anche previsto il panel “Le voci di Mirai”, un incontro con i doppiatori del lungometraggio animato, nelle sale italiane dal 15 al 17 ottobre.

Sempre nel corso della trasversalità, che per Sabina Perucca è il punto forte del Romics, grande spazio sarà dedicato all’Area Games, con partner di spicco come Sony, Microsoft e Bandai Namco, e al variegato mondo del cosplay. Anche quest’anno si terranno le selezioni dei due rappresentanti dell’Italia al World Cosplay Summit, ospitato a Nagoya, ma anche per la convention brasiliana dello Yamato Cosplay Cup, che negli ultimi tre anni ha visto proprio la vittoria dei cosplayer italiani.

Molte sono anche le sorprese, che i visitatori scopriranno durante la fiera, il cui successo è sancito dai numeri che Sabrina Perucca ricorda durante la conferenza stampa: più di duecentomila solo nell’edizione di aprile 2018. L’edizione di ottobre si prepara ad aprire i battenti, offrendo un ingresso privilegiato alle famiglie, considerate un pezzo importante del pubblico della fiera, il cui manifesto è stato quest’anno illustrato da Paolo Barbieri. “Il Dragone sul Colosseo” è il titolo dell’opera, che fonde paesaggio urbano e immaginario fantasy, ad opera di un artista che celebrerà dieci anni di libri illustrati all’incontro “L’illustrazione, chiave interpretativa senza tempo e senza confini, dalla narrativa, al cinema, ai games. Paolo Barbieri”.

Un calendario fitto di eventi, incontri e occasioni, dunque, quello della XXIV edizione del Romics, che aspetta i visitatori di tutte le età e dagli interessi più vari a partire dal 4 ottobre, alla Nuova Fiera di Roma.

Di Ilaria Vigorito, 20/09/2018

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM