Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Pubblicato il bando di partecipazione per la quarta edizione del “Festival dei corti teatrali”

Torna anche quest’anno “Il festival nazionale dei corti teatrali”, giunto alla quarta edizione. La manifestazione si terrà, come di consueto, al Teatro dell’Angelo di Roma dal 31 marzo al 3 aprile 2016, dove ogni sera si esibiranno sei corti, mentre l’ultima sera replicheranno in pomeridiana i tre spettacoli selezionati nel corso delle serate precedenti quali miglior testo, miglior regia, miglior interpretazione, e si attribuirà il premio al corto vincitore.
I corti potranno trattare qualunque argomento e potranno partecipare tutte le opere di teatro drammatico convenzionale, sperimentale, gestuale e d’improvvisazione, purché siano inedite, di durata non superiore ai 15 minuti, il cui testo non sia depositato in Siae ed interpretate da attori professionisti. Saranno esclusi invece gli spettacoli che presentino una scenografia fissa o ingombrante, che richiedano un gioco di luci, di fonica e audiovisuale impegnativo, allestimenti che per montaggio e smontaggio superino una durata complessiva di 10 minuti, i monologhi, le opere prettamente musicali o audiovisuali, balletti e rappresentazioni basati sulla danza, performance di giocoleria e magia.
Inoltre non sono gradite compagnie, autori o registi che manifestino simpatie per ideologie di estrema destra o estrema sinistra e in particolar modo per posizioni xenofobe o omofobe.
Tutte le compagnie e gli artisti che possiedono i requisiti richiesti potranno partecipare al festival inviando un breve curriculum degli attori, del regista e dell’attore, una breve sinossi dello spettacolo, una scheda tecnica e un link dove si possa vedere una parte delle prove dello spettacolo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,entro il 20 febbraio 2016.
Le votazioni avverranno sera per sera e il pubblico potrà votare solo una compagnia e solo una disciplina. Il voto del pubblico verrà poi bilanciato dal voto di una giuria popolare composta da 5 elementi scelti dall’organizzazione al di fuori del pubblico portato dalle compagnie stesse, che avrà un valore del 20 per cento sul totale del pubblico votante. È ancora in fase di studio il progetto di voto via streaming in tutto il territorio nazionale, particolarmente rivolto alle compagnie fuori sede, e che sarà operativo attraverso la piattaforma digitale e-performance tv. I risultati del voto di giuria e pubblico saranno resi noti sera per sera e a tali andranno sommati quelli pervenuti via streaming. L’ultima sera i tre spettacoli classificati saranno votati dal pubblico, dagli utenti via streaming e da una giuria di nomi estremamente rappresentativi nell’ambito dello spettacolo e della cultura in generale. Il loro voto varrà il 50% rispetto al totale dei votanti.
Il premio dello spettacolo vincitore è fissato in euro mille e sarà elargito in due tranche: la prima 4 settimane dopo la fine del Festival, la seconda otto settimane dopo. I tre spettacoli selezionati per la finale, compreso il vincitore, replicheranno al Teatro Tordinona in Roma dall’11 al 17 aprile, con una ridistribuzione a loro vantaggio del 70% degli incassi.
Inoltre tutti gli spettacoli saranno trasmessi in diretta streaming in tutta Italia, garantendo quindi un’ampia visibilità e risonanza a tutti i partecipanti al concorso.

Maresa Palmacci 15/11/2015

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM