Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Nona edizione dello Spring Attitude: ritorna la primavera a suon di elettronica

Il 26 settembre 2018, presso l'opificio Romaeuropa (Roma), è stata presentata la primavera dell'arte grazie allo Spring Attitude, Festival di musica elettronica e cultura contemporanea, giunto alla sua nona edizione. Il claim di quest'anno è Fall is the new spring, che sposta così il consueto appuntamento nelle date che vanno dal 4 al 6 ottobre e trasformando l'evento in un vero e proprio file rouge tra l'autunno intriso di malinconia e l'euforica primavera ritrovata. Il Mattatoio di Testaccio e l'Ex Dogana si preparano ad ospitare più di 40 artisti provenienti da tutto il mondo, che trasporteranno nella città eterna suoni, visioni, performance multimediali e ovviamente tanto sano divertimento. L'opening del 4 ottobre inaugura la collaborazione con una delle realtà culturali più importanti a livello internazionale, ovvero il Romaeuropa Festival: Digital Attitude sarà un'intera serata dedicata alle performance multimediali di artisti conosciuti ed emergenti come Kamilla Kard, Marco Donnarumma, Margherita Pevere, Quiet Ensemble e Roly Porter con MFO.
Ritroviamo Andrea Esu nelle vesti di direttore artistico che, durante la conferenza stampa, si appresta a presentare gli ospiti illustri che hanno contribuito al sostentamento e alla realizzazione del festival. Esu sottolinea le differenze che contraddistinguono questa nona edizione, rimarcando con particolare entusiasmoattitudelineup l'inaspettata presenza di un palco dedicato agli artisti italiani che compongono il fenomeno indie pop in totale ascesa. Ribadisce la presenza di Frah Quintale, Nu Guinea, Gemello, Cristalli Liquidi e Maiole durante la serata del 5 ottobre all'Ex Dogana, senza tralasciare l'importante presenza della band anni novanta Casino Royale - riunitasi dopo ben dieci anni di stop - il cui concerto verrà trasmesso in diretta da Radio due, partner ufficiale. Inoltre ci sarà un allestimento dedicato alla collaborazione con Red Bull Music, che presenterà “The 270° Experience”, un palco con visual proiettati a 270° intorno al pubblico per un'esperienza sensoriale unica. Tra le file di artisti che compongono le due giornate del 5 e 6 ottobre si vanta la prestigiosa partecipazione di Demdike, Rrose, Yakamoto Kotzuga e tanti altri.
Interviene anche Fabrizio Grifasi, direttore generale e artistico della fondazione Romaeuropa, il quale rimarca l'importanza e la splendida contaminazione tra gli artisti appartenenti all'uno e all'altro festival. Presenzia in conferenza stampa anche Chloé Siganos, addetta culturale della fondazione nuovi Mecenati dell'Istituto Francese, che si fa portavoce dei numerosi artisti Francesi inseriti all'interno del festival.
Alessandro Bracci, direttore SIAE-Roma, parla chiaro: la partnership biennale di SIAE all'interno dello Spring Attitude Festival è un chiaro esempio di quanto l'ente in questione non sia un mero deposito di diritti d'autore ed edizioni, ma piuttosto un organo culturale vivo e presente non solo su carta ma anche nella realtà artistica odierna in perenne fermento. La SIAE in questo caso, nella medesima misura in cui ha sostenuto come partner la giornata del primo maggio a Roma, si riserva il diritto ed il dovere di andare a sostegno della creatività, proprio in nome della sua funzione primaria, ovvero tutelarla.
Infine Federica Patti, direttrice artistica del Festival Romaeuropa, esprime particolare entusiasmo sulla fusione tra le due realtà artistiche che, ricorda, “collaborano grazie ad una particolare vicinanza ed affinità d'intenzioni e attitudini in termini musicali e performativi”. Al Mattatoio di Testaccio ci saranno giovanissimi artisti italiani che purtroppo raramente vengono inseriti nelle programmazioni dei festival, trasportando così delle inedite performance e istallazioni virtuali in anteprima assoluta.
Lo Spring Attitude è il giusto pretesto per imparare a conoscere nuove realtà in continua evoluzione e, inoltre, è il sintomo chiaro ed evidente di quanto la cultura sia mutevole, mai fine a se stessa, mai a compartimenti stagni e soprattutto mai scostata dal pensiero di poter sorprendere un pubblico che necessita freschezza e nuove idee da realizzare, o semplicemente da poter apprezzare.

Giorgia Groccia 27/09/2018

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM