Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Presentata “La Nouvelle saison”, la nuova stagione del Teatro Ivelise

Il Teatro Ivelise, piccolo gioiello nel cuore della città eterna, a due passi dal Colosseo, con le sue volte a crociera, i suoi stucchi dorati, le sue tende damascate, ha deciso di accogliere l’arte in tutte le sue forme presentando la sua prima stagione dal titolo “La nouvelle saison”.
La Nouvelle Saison ospiterà, oltre alle collaborazioni instaurate negli anni, nuovi artisti e nuovi progetti selezionati attraverso un bando di concorso che il teatro propone ogni anno. In cartellone anche nuove proposte di artisti scoperti attraverso l’attività di scouting che è un lavoro che abbiamo svolto con grande soddisfazione e che rappresenta la novità di quest’anno. L’obiettivo che la Direzione si pone ogni anno è quello di farvi sognare e in questi mesi abbiamo lavorato per riconoscere e scegliere la giusta linfa vitale che darà vita alla Nouvelle Saison di questo luogo magico al centro del mondo ma fuori dal mondo, dove tutto può succedere.” - dichiara Brenda Monticone Martini, direttrice del Teatro Ivelise.
Il Teatro Ivelise apre dunque i battenti a vari generi di rappresentazioni artistiche. Andranno in scena non solo spettacoli inerenti al teatro di parola, ma anche al varietà e ai concerti di vario tipo.
Apre la stagione il 5 e il 6 ottobre la commedia “Mamma son tanto felice perché” di e con Angelica Bifano, a seguire il 12 ottobre “Ella ed Io” di e con da Fabrizio Pinzauti e Teresa Tanini,uno spettacolo divertente, arguto e toccante, pervaso dalla migliore tradizione yiddish, e il 13 - 14 Ottobre, “Chi?”, un progetto di teatro sperimentale diretto da Danilo Ferrin con Danilo Ferrin, Emanuela Ulpiani, Giustina Dimonda, Sarah Germanà.CONFERENZA 1
Il 27 ottobre è la volta del varietà “Non solo note. Parole e musica di ieri e di oggi” , melodie suonate e cantate, lette e recitate, profonde, emozionanti, leggere e divertenti, per uno straordinario viaggio nel tempo; mentre dall’8 all’11 novembre appuntamento con “Stanza 101” di Brunella Caronti, un testo che nasce dall' esigenza di mettere nero su bianco le nostre debolezze, paure, sogni speranze e aspettative, dove non sempre è tutto rosa, ma colmo di sfumature. Uno sguardo ironico e disincantato di donne che hanno deciso di mettere in gioco sè stesse.
Segue “Sole” (dal 16 al 18 novembre) scritto da Annalisa Elba; il concerto “PUTTIN’ ON THE SWING” ( 23-24 novembre), un percorso che parte dalla fine degli anni Venti, nell’epoca in cui la musica si sposava con il ballo, tra ironia, romanticismo e giochi ritmici; La maison de Lolà ( 25 novembre con ripresa il 26 e il 27 gennaio e il 24 e il 25 maggio) il format di varietà più frizzante del Teatro Ivelise, una miscela esplosiva fatta di: Burlesque, Boylesque, Cabaret e musica dal vivo.
Dal 29 novembre al 2 dicembre spazio al cinema con l’“IveliseCineFestival”, al divertimento di “Villaggio Dachua – la vacanza de mi’ nonno” ( dal 6 all’8 dicembre) e alla musica di Jazz in the Theatre” (21 dicembre e 12 gennaio, ma anche 17 febbraio, 22 marzo, 5 aprile).
Tante ancora le commedie in scena da “Anfotero” (1 - 2 - 3 Febbraio) scritto e diretto da Giorgio Volpe, a Pinky’s Dream ( dal 7 al 9 febbraio), la storia della trasformazione di Angela, ragazza insicura di provincia, in Pinky, icona della pornografia mondiale, fino a “Parola d’ordine: disordine”( 13-14 aprile) spettacolo di e con Silvia Saponaro, un viaggio attraverso la comicità del dramma: una vita in overdose di pensieri. Un fiume in piena con giochi di parole e calembour che trascina nell’intricato mondo della mente.
Non mancheranno poi spettacoli che offrono un punto di vista più classico o storico come “Mi chiamo Agata”(24 febbraio), il racconto della storia di Sant’Agata, protettrice della città di Catania, venerata moltissimo dai Catanesi e considerata punto di riferimento spirituale della città, e “Il Simposio - Primo studio platonico sull' Amore” (dal 7 al 10 marzo), un primo studio sul famoso testo di Platone, attraverso gli affascinanti territori di confine tra teatro e filosofia.
Ancora di scena il varietà (il 27 - 28 Aprile) con “Vi racconto l’avanspettacolo” in cui Giorgio Gori attraversa il palcoscenico vivendo gli anni dell’avanspettacolo, spaziando da Ettore Petrolini, Eduardo De Filippo fino ad arrivare alla comicità dei giorni nostri. Il tutto condito con la presenza di Luisa Pellino e le sue ballerine/attrici che affiancano lo showman per far divertire e sognare il pubblico in uno spettacolo frizzante con sketch, barzellette, poesie e musiche.
Una prima “Nouvelle saison” da vivere, dunque, tra divertimento, musica, cinema, arte, perdendosi tra note, paillettes, personaggi, storie e emozioni.

Maresa Palmacci 18-09-2018

 

 

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM