Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Un tuffo della mente nel passato: in scena al Duse "La ballata dei babbaluci" di Marco Fasciana

Un viaggio nel passato, una favola ludica del presente. Il regista Marco Fasciana mette in scena "La ballata dei babbaluci Ovvero il viaggio mancato di un uomo in vasca”, il suo saggio di diploma all’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, al Teatro “Eleonora Duse” (Via Vittoria 6- Roma) dal 31 gennaio al 7 febbraio. “Sentivo la voglia di fare un salto con l’immaginazione: per andare avanti bisogna andare indietro” così commenta il regista il suo lavoro teatrale, di cui è anche autore. Un lavoro di volontà nietzschiana e di fantasia volto a un passato rivelatore di sentimenti, passioni, identità. Fasciana sarà fiancheggiato dagli attori Tommaso Capodanno, a cui è stata affidata l’assistenza alla regia, Luca Carbone, Maziar Firouzi, Giuseppe Lo Piccolo e Ada Nisticò. Ritrovare sé stessi perdendosi nei meandri del passato, affermarsi oltrepassando i laceranti ricordi sono le promesse che questo testo si è posto. Solo concedendo alla mente di partire, si può scoprire con meraviglia e stupore le infinite mete possibili. Un dramma cogitabondo, ingannatore, favolistico assolutamente da seguire.

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 20:00, eccetto domenica 3 febbraio alle ore 18, l’ingresso libero (fino ad esaurimento posti) è garantito solo su prenotazione. Info line attivo da giovedì 24 gennaio (dal lunedì al sabato ore 10-13 e 14-17): tel. 3341835543.

Piero Baiamonte 27/01/2019

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM