Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

In arrivo al Teatro dell’Opera di Roma: “Il lago dei cigni” di Christopher Wheeldon

Dal 27 settembre al 5 novembre 2016, al Teatro Costanzi, andrà in scena, in prima nazionale, “Il lago dei cigni” nella versione del coreografo americano Christopher Wheeldon. Per la prima volta al Teatro dell’Opera di Roma saranno ospiti di eccezione, in questo appuntamento autunnale, il 27 settembre, il 1, il 2 e il 9 ottobre, Lauren Cuthbertson e Federico Bonelli, entrambi “Principal” al “Royal Opera House” di Londra.
La direttrice del ballo, Eleonora Abbagnato, propone così al pubblico dell’Opera di Roma una straordinaria rilettura, tutta da scoprire, di uno dei titoli più prestigiosi del repertorio classico. Il balletto, nella versione del giovane e talentuoso Christopher Wheeldon, si caricherà di una serie di riferimenti culturali, di cui il principale sarà il rimando all’opera pittorica di Edgar Degas.
Negli stessi anni in cui l’opera di Cajkoskij debuttò al Bolshoi di Mosca, a Parigi il pittore Edgar Degas fece scalpore con le sue tele che ritraevano ballerine che si riscaldavano nel backstage dell’Opéra e ballerini nella loro veste di artisti-lavoratori. lago3Focalizzò la sua attenzione su insegnanti e misteriosi gentlemen con cappelli a cilindro, possibili mecenati per un giorno. Tutto questo si ritroverà ne “Il lago dei cigni” di Wheeldon: il maître de ballet e il mecenate sono figure nuove che verranno introdotte e affiancate a quelle canoniche del Principe Siegfried, del malvagio Von Rothbart, della creatura Odette/Odile.
L’ambientazione giocherà tra reale e irreale, tra il duro lavoro in sala dei ballerini e la fantasia del Primo Ballerino che aprirà le porte alla storia. Le scene di Adrianne Lobel, i costumi di Jean – Marc Puissant e le luci di Natasha Katz creeranno un’ambientazione suggestiva, tra pragmatico realismo e romantico incanto di fine ottocento.
Christopher Wheeldon, per la prima volta a Roma, ha affermato di essere emozionato per la presentazione del suo “Lago” in questa bellissima città, in uno dei più importanti teatri d’Opera d’Italia, ed entusiasta per il futuro del “Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma”, diretto dalla stimata étoile Eleonora Abbagnato.
In sala, il lavoro del coreografo sarà supportato dai maestri ripetitori Nicolas Blanc e Jason Fowler, assistiti dal primo maître del teatro, Frédéric Jahn, il maître ospite Jean-Sébastien Colau e la stessa Direttrice del Ballo per i ruoli principali. La prima ballerina Alessandra Amato e il solista Claudio Cocino, la prima ballerina Rebecca Bianchi e il solista Michele Satriano, così come i solisti Susanna Salvi, Giacomo Luci e Giuseppe Schiavone vestiranno rispettivamente i panni di Odette/Odile e del principe Siegfried. Il primo ballerino Manuel Paruccini quelli del malvagio Von Rothbart.
La direzione dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma per queste quindici repliche de “Il lago dei cigni” sarà affidata al maestro Nik Kabaretti.
“Il lago dei cigni” di Christopher Wheeldon è al centro del quarto e ultimo incontro del primo ciclo del progetto “I coreografi, i ballerini e noi “con Rossella Battisti che si terrà domenica 25 settembre alle ore 11.00 nella Sala Presidenziale del Teatro Costanzi. Sempre domenica 25 settembre alle ore 16.30 al Teatro Costanzi andrà invece in scena l’anteprima giovani per i minori di 26 anni, volta a sensibilizzare ed avvicinare i più giovani al mondo del balletto.

Maresa Palmacci 15/09/2016

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM