Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Il Premio “Chilometri Critici” al giornalista e critico Tommaso Chimenti

Un nuovo premio della critica teatrale nasce a Bientina (Pisa), nell'attivo e corsaro Teatro delle Sfide. Si tratta di “Chilometri Critici”, alla sua prima edizione che è andato al critico teatrale Tommaso Chimenti. La cerimonia di consegna si è svolta alle Sfide alla presenza del sindaco di Bientina, Dario Carmassi e la delegata alla Cultura, Beatrice Pagni. Oltre ad Andrea Kaemmerle, direttore artistico di Guascone Teatro che ha ideato il premio e lo ha condiviso e curato a quattro mani con il Comune di Bientina che lo ha sostenuto.

«L'intento – spiega Andrea Kaemmerle - è quello di incentivare e motivare chi (rara figura professionale) si accolla l'onere di andare a scovare spettacoli in giro per il mondo e di raccontarli ad un numero più alto possibile di persone. Un omaggio ai giornalisti che ancora fungono da enzima catalizzatore per artisti fuori dai riflettori televisivi o altri più facili trampolini di lancio».

«Il Teatro delle Sfide – sottolinea il Sindaco, Dario Carmassi – non è solo un luogo dove si offrono spettacoli e dove si fa Cultura, ma qui si riconosce anche il lavoro costante di chi fa un’operazione eroica oggi, che cerca di convincere noi tutti che il Teatro è un luogo bello dove andare andandolo a vedere e raccontandolo».

Se il motto di chi lavora è «fare, saper fare, saper far fare e far sapere», proprio quest'ultimo passaggio del far sapere è sempre più complicato nell'oceano confuso della comunicazione. “Chilometri Critici”, ovvero “C.C.” è un premio per chi si mette su ruote e si sposta fisicamente per andare a vedere spettacoli. Il vincitore, decretato da una giuria che comprende l'intero staff di Guascone Teatro assieme a rappresentanti dell'Amministrazione del Comune di Bientina, è il giornalista che più ha viaggiato negli ultimi 365 giorni, che più ha scritto e raccontato il suo conoscere. Ovviamente non conta solo il chilometraggio, altrimenti vincerebbero i camionisti.

L’originale e curioso premio bientinese, è andato così a Tommaso Chimenti che nel 2017 ha ottenuto il “Premio Carlos Porto” a Lisbona, nel 2018 l'”Istrice d’Argento” al Dramma Popolare di San Miniato, nel ’19 il “Premio per la Critica d’Arte” a Montalcino.

Andrea Kaemmerle ha ideato un riconoscimento giornalistico che ben si sposa alla figura di Tommaso Chimenti, perché basato sulla curiosità, elemento attitudinale principe di un critico teatrale che in questi anni si è mosso, è andato, ha visto, e recensito, molto teatro non solo all’interno dei confini nazionali ma anche spaziando molto nei festival all’estero.

E proprio seguendo i chilometri percorsi dai critici teatrali che è stato assegnato il premio: il “maratoneta-critico” Chimenti negli ultimi tre anni ha percorso, 30mila chilometri (con auto, treni e aerei), per andare a vedere spettacoli e recensirl. Chilometri percorsi nella stagione ’16-’17 con il “Festival GIFT” a Tbilisi in Georgia, il “Festival de Almada” a Lisbona in Portogallo, il “Festival FIAMS” a Saguenay in Quebec in Canada, e altrettanti in quella successiva, ’17-’18 con, tra gli altri, la punta del Festival “Open Look” di San Pietroburgo; 60.000 chilometri nella scorsa stagione, ’18-’19, con i viaggi teatrali nuovamente al “FIAMS” canadese, al “MOT Festival” di Skopje, al “Festival Teatrul” di Cluj in Romania, al “Pierrot Festival” di Stara Zagora in Bulgaria. Il percorso riprenderà a febbraio quando si recherà al “Fujairah International Festival Arts” negli Emirati Arabi

L’iniziativa si è svolta all’interno del programma di “Teatro Liquido” che è la stagione che coinvolge le città d’acqua di Bientina e Casciana Terme Lari. La stagione del Teatro Liquido è un progetto che porta la firma di Guascone Teatro di Pontedera (Pisa), sostenuto e promosso dal Comune di Bientina e Casciana Terme Lari, che prende forma da un’idea di Andrea Kaemmerle, direttore artistico anche dell’estiva “Utopia del Buongusto”.

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM