Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

I Bambini e ArtCity

Nell'ambito di ArtCity Estate 2018, manifestazione organizzata dal Polo Museale del Lazio diretto da Edith Gabrielli con la cura di Anna Selvi, direttore dell’ufficio per il Teatro e la Danza, si è svolto l'8 luglio a Bagnaia, la prima tappa di "I Bambini e ArtCity" il progetto, in collaborazione con l'associazione Casa dello Spettatore, che intende valorizzare e promuovere il patrimonio artistico, storico e architettonico del Polo Museale in stretta correlazione con il teatro.

Sette siti del Polo Museale del Lazio incontrano e ospitano sette spettacoli - destinati alla fascia d'età tra i 3 e i 10 anni, per ogni appuntamento è prevista una particolare attività di accompagnamento alla visita museale e di introduzione allo spettacolo pensata per combinare i due momenti in maniera organica all’interno di un’occasione di crescita e di educazione partecipata.
“I Bambini e ArtCity” costituisce la prima fase di un progetto di “didattica della visione” che tra ottobre e dicembre 2018 coinvolgerà le scuole con una nuova programmazione destinata agli insegnanti e agli studenti. 

Per la prima data in calendario, numerosi bambini con le loro famiglie sono stati accolti dal direttore di Villa Lante, Matilde Amaturo e, grazie all'accompagnamento degli operatori esperti di Casa dello Spettatore, hanno potuto stabilire un autentico dialogo tra museo e teatro: non una visita guidata ma un’esperienza di visione.
L'associazione che da anni si occupa a livello nazionale di formazione del pubblico e di educazione al teatro, con particolare attenzione alle giovani generazioni e al rapporto con la scuola ha, infatti, nel proprio modus operandi, la volontà di condividere un'esperienza di visione che si sviluppi attraverso un accompagnamento allo sguardo, un approccio libero e al tempo stesso guidato che possa far accedere a nuovi spazi  di scoperta e rivelazione.Tempi e pause da concedere allo sguardo dei bambini in una didattica della visione pensata come occasione di crescita condivisa e di educazione partecipata.
Durante il primo appuntamento a Bagnaia è stato possibile immergersi nell’atmosfera dello spettacolo “Storia d’amore e alberi” di Luigi D'Elia e Francesco Niccolini - INTI, liberamente ispirato a “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, grazie alla cornice naturale offerta da Villa Lante.
La prima tappa, dunque, si è già svolta registrando un grande successo e, per il secondo appuntamento, questa volta a Roma presso il Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX, con lo spettacolo “Il diario di Adamo ed Eva”, si è certi di osservare il medesimo risultato.
Nel giardino del Museo Boncompagni Ludovisi la compagnia Scena Verticale presenterà una dissertazione che tra humour e nonsense, cerca di spiegare le relazioni tra uomo e donna. Partendo da questa “storica” traduzione, lo spettacolo racconta le inquietudini ed il modo di pensare dei primi due abitanti del pianeta, Adamo ed Eva, che cercheranno di intendersi nonostante le loro evidenti diversità.

Mercoledì 18 luglio 2018
Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX
“Il diario di Adamo ed Eva”
ore 19:00 Incontro
ore 21:00 Spettacolo.

Le attività sono aperte a gruppi di 20 persone al massimo e iniziano due ore prima dello spettacolo.L’accesso è gratuito per i bambini.Per gli adulti accompagnatori è previsto il solo costo del biglietto d’ingresso al museo, ove presente.
Per informazioni: tel. 345 5523049 – 333 4954424

Per visionare l'intero programma:

https://www.art-city.it/bambini-artcity.html

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM