Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 615

Una serata da ricordare: i Kami-Kaze incantano il “Localino” a San Lorenzo

Apr 25

Più che un concerto è stata una festa, una magia grazie alla quale tanti sconosciuti diventano amici di lunga data che si incontrano per divertirsi insieme. A regalare infiniti sorrisi, momenti di vera musica e travolgente energia ai pochi (ma buoni) presenti, sono stati i Kami-Kaze, capitanati dalla straordinaria Ilaria Graziano e con il talento di Fabio Rondanini alla batteria e Gabriele Lazzarotti al basso.

Nella tarda serata di venerdì 24 aprile i tre eccellenti artisti sono saliti sul palco del “Localino”, nel quartiere San Lorenzo di Roma, insieme ad altri tre grandi virtuosi della scena musicale italiana, speciali compagni di viaggio: Roy Paci, Francesco Forni e Diodato. Il risultato? Un’atmosfera intensa, coinvolgente e straordinariamente poetica tra giri di basso, grooves e ibride melodie.

Kamikaze (“vento divino”) è il nome dato a un leggendario tifone che si dice abbia salvato il Giappone da una flotta di invasione mongola inviata da Kublai Khan nel 1281. Da oggi, però, questo termine non è solo sinonimo di attacchi suicidi di piloti giapponesi su aerei carichi di esplosivo, è qualcosa che ha anche a che fare con il mondo della musica. Nel 2015 i Kami-Kaze attraversano il vento di questa arte divina su un territorio sonoro ancora non segnalato dalle cartine geografiche, demolendo e ricostruendo, in modo pacatamente irrequieto (splendida la cover di Breezeblocks degli Alt-J), le linee del pentagramma.

E’ stata una di quelle serate in cui, prima di uscire di casa, ti chiedi: ne vale veramente la pena o mi annoierò? Poi arrivi con la voglia di ascoltare buona musica e di divertirti e ne esci arricchito, molto più di quanto potessi immaginare. Armonia, passione, voglia di stare insieme sul palco e fuori, questo è quello che ho visto. Memorabile.

Un consiglio? Dove potete, andate a vederli. Questi ragazzi fanno bene alle orecchie, agli occhi e al cuore.

 

(Pierfrancesco Rizza)

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM