Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Il debutto di Postino: il Monk Roma si tinge di latte di soia e cuori blu

Lug 23

Il toscano Samuele Torrigiani, in arte Postino, ha letteralmente stracciato tutti i record. Laureato in medicina, in questo periodo vive fragorosamente il suo gran debutto; un debutto quasi del tutto casuale ma di grandissima risonanza. Il suo primo singolo si intitola "Blu", e dall'uscita di marzo ha ottenuto 70 mila ascolti su YouTube e 135 mila su Spotify.
In parte il suo successo potrebbe essere attribuito alla gran fetta di pubblico che segue attivamente tutta la scena it-pop di cui il cantautore fa parte, e che è in continua crescita, ma certamente ci sono motivi ben più profondi e radicati. La particolarità di Postino, oltre ad una voce calda, piacevole, leggermente sporcata ma sempre estremamente giusta, è che scrive dei testi totalmente sinceri, vere e proprie chiacchierate a cuore aperto trascritte in musica che evitano sempre di scivolare nel banale o nei cliché che sono soliti esserci in questo genere musicale così tanto in voga di questi tempi.
Il raccontarsi, per Torrigiani, diviene un'altalena che oscilla tra le gioie e i dolori del quotidiano, tra nomi di donne pronunciati con dolcezza e il latte di soia, simbolo di una generazione bio che però vive tra qualche drink di troppo e l'ironia trascritta in sarcasmo; al tempo stesso c'è quel graffio intriso di sofferenza postino2necessaria-a volte-per poter scrivere delle vere e proprie poesie, trascurando i troppi fronzoli o fraseggi d'antiquariato che oggi non funzionano più. Per promuovere l'uscita del suo primo disco intitolato “Latte di soia”, fuori per Labella Studio dal 6 luglio, ha iniziato un piccolo tour estivo che lo porterà in alcuni club della Penisola.
Il 18 luglio, al Monk (Roma), si respira un'aria confidenziale, nonostante il pubblico sia decisamente non risicato. Dopo l'apertura del gruppo Le Larve, Postino sale sul palco acclamato dai giovanissimi fan in attesa. La premessa iniziale sul latte di soia era doverosa, a titolo informativo forse, o semplicemente per strappare un sorriso ai più, in ogni caso una chicca ben riuscita. Poco dopo inizia la scaletta dei brani dell'album con uno dei più famosi, “Come le balene”, riportando alla mente uno scenario ben preciso: il perdersi e il ritrovarsi tra le onde, nell'immenso blu, sui fondali profondissimi della nostra coscienza sentimentale incagliata trai dubbi e le incertezze del domani. Subito dopo risuona il ritornello già virale “è tutta colpa del latte di soia”, che inoltre concede il nome all'intero progetto discografico, per poi passare a “Quella scatola”, raccontando così “la filosofia del rimpianto” e il quotidiano disordine in cui ci si immerge quando le mancanze divengono troppo difficili da sradicare. Subito dopo “Miope” e “Blu”, singolo di successo cantato in coro dal pubblico unanime, racconto di una ragazza dipinta con gli occhi di chi ama e non ha smesso d'amare; ci si inzuppa di ricordi, déjà-vu, strade deserte, drink di troppo il venerdì sera e quel labile velo di malinconia che quasi risulta un piacere masochistico e condiviso. Poi si passa ad “Anna ha vent'anni”, dolcissima dedica alla nonna, “Quando non parli”, “Ambra era nuda” e, sul finale, una doverosissima replica di “Blu”. Postino ha colto involontariamente la chiave per giungere, come fosse un missile, al cuore pulsante degli ascoltatori, perché ha vissuto e vive la scrittura sotto forma terapeutica, come prassi di accettazione dei tasselli che non sempre combaciano al posto giusto, per il puro gusto di restare in bilico tra le poche certezze che si hanno e la moltitudine d'incertezze che prendono forma e colore in qualsiasi storia, compresa quella delle canzoni che ci fanno star bene, proprio come le sue.

Giorgia Groccia 23/07/2018

 

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM