Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 620

L’orchestra di ''Bella, Gabriella!'' e ''Poeti del Trullo'' con Zerocalcare: teatro, musica e street poetry per Gabriella Ferr

Lug 27

Eutropia – martedì 16 giugno 2015
Ingresso libero – ore 21.30
Città dell’altra economia, Testaccio – Ex Mattatoio


Il 16 giugno il quartiere di Testaccio rende omaggio alla grande Gabriella Ferri, figlia dei suoi vicoli, forte di una figura potente come questa “Roma bella”, eppure tanto fragile da dissolversi nella memoria di un’eco, impressa tra nasoni, gatti dei Fori e osterie, tra “li polli, gli abbacchi e le galline” della canzone romanesca.
“Gabriella, bella!" & "Poeti del trullo” presentano uno spettacolo che celebra l’artista nel rione in cui è nata e cresciuta, dove la cantautrice e poetessa Giulia Ananìa e il gruppo di performer “Artefici” propongono un progetto che si prospetta come una grande festa presso il Festival Eutropia alla Città dell’altra economia, fatta di musica, teatro e poesia dedicata a un’indimenticabile Mamma Roma.
L’evento prevede la partecipazione di numerosi artisti che ricordano e cantano l’artista scomparsa nel 2004. Spontanei, sinceri e genuini come un altro litro di “vino de li Castelli” gli accenti popolari e folk di Lucilla Galeazzi, il rap d’assalto di Lucci, l’ammiccante blues di Edoardo Pesce e Gabrielle Parrini alla chitarra.
Anche l’orchestra è composta da musicisti d’alto livello: l’organettista e compositore Valerio Rodelli, Armando Serafini alla batteria, Andrea Ruggiero al violino, Stefania Placidi alla chitarra classica, Felice Zaccheo al mandolino, Stefania Nanni alla fisarmonica.
Alla Roma ingenua e baccagliante di ieri, dove “le coppie filano… e gli schiaffi volano”, si contrappone la metropoli tentacolare di oggi e i racconti delle strade, spesso bloccate o a senso unico, disegnate dall’ inconfondibile e amara ironia di Zerocalcare, attesissimo ospite che inaugura l’evento con la lettura live del suo “La città del Decoro”. Recitato dagli attori Alessia Amendola e Michele Botrugno e sonorizzato da Stefania Placidi e Felice Zaccheo, il reading racconta i tratti e le contraddizioni di una città vissuta e amata per la quale, nonostante tutto, vale ancora la pena lottare.
Con la generosità artistica che caratterizza il popolare disegnatore romano, erede della schietta purezza che caratterizzava l’arte di Gabriella Ferri, si apre un evento - ad ingresso gratuito - nel cuore della memoria e della speranza, consacrato a una voce magica ed eterna come la sua città.

(Giulia Sanzone)

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM