Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Brit Awards 2016: Adele batte Amy Winehouse, trionfano i Coldplay e Bjork

Feb 25

La nomina postuma di Amy Winehouse non ha sortito l’effetto sperato sulla giuria dei Brit Awards 2016. Gli Oscar della musica britannica, che nella notte del 24 febbraio hanno celebrato la 36esima edizione alla 02 Arena di Londra, hanno segnato il trionfo, inevitabile e scontato, di Adele e dei Coldplay.

L’artista scomparsa prematuramente 5 anni fa era stata inserita nella lista delle migliori cantanti soliste dell’anno grazie alla colonna sonora di “Amy”, documentario di Asif Kapadia e James Gay-Rees che contiene rarissime registrazioni e performance live dell’artista britannica. L’artista trovata morta in casa sua il 23 luglio 2011 purtroppo non è riuscita a bissare il successo raggiunto nel 2007 con “Back to Black”. Adele ha fatto saltare il banco vincendo 3 dei 4 premi per cui era candidata: miglior artista femminile, miglior singolo per “Hello” e miglior album dell’anno per “25” (battuti Coldplay, Florence & The Machine, James Bay e Jamie xx). La cantante britannica si è anche aggiudicata il Global Icon Award. La categoria miglior video ha visto invece il successo degli One Direction – ormai indirizzati verso lo scioglimento – con “Drag Me Down”.

La band di Chris Martin ha vinto la serratissima lotta per la categoria Gruppi, battendo Blur, Foals, One Direction e Years & Years. Gloria anche per i Tame Impala, che hanno trionfato tra i gruppi internazionali battendo U2, Alabama Shakes, Eagles of Death Metal e Major Lazer. James Bay è il miglior artista maschile britannico, mentre Justin Bieber è il miglior interprete internazionale.

Daniele Sidonio 25/02/2016

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM