Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Apparat al Teatro Comunale di Bologna: la magia dei palchetti tra sonorità elettroniche per la preview di roBOt08

Set 25

Il Teatro Comunale di Bologna si tinge di luci colorate e in Piazza Verdi, che ospita lo stabile, risuona musica da Club, una fila di giovani invade l’atrio per entrare a teatro. Sta per iniziare il concerto di Sascha Ring, in arte Apparat, che lo scorso 20 settembre ha presentato a Bologna, in occasione dalla Preview del Robot Festival, la prima tappa italiana di Soundtrack Live. Il nuovo tour, cominciato in agosto al Katovice Festival, terminerà a novembre, passando anche per Napoli, Roma e Milano, rispettivamente il 1˚, 2 e 3 ottobre.
Il concerto, già sould out da luglio, ha portato sul palco della storica e meravigliosa Sala Bibiena, le colonne sonore che l’artista berlinese ha composto per il cinema e il teatro: tra queste anche i brani che il regista Mario Martone ha utilizzato nel film Il giovane favoloso, con i quali Sasha Ring ha vinto il premio Piero Piccioni alla 71esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
Sul palcoscenico Apparat è accompagnato da musicisti polistrumentisti e di spiccata bravura e dai Trasnsforma, memorabili artisti tedeschi che si occupano dei visuals e suoi collaboratori da lunga data. Insieme portano sul palco una commistione di linguaggi artistici e di diverse sonorità, dalle sperimentazioni più ermetiche, all’elettronica pura e qualche tinta rock.
Una location inusuale quella offerta dal Comunale di Bologna per un concerto e un pubblico più da club, ma non mancavano in platea anche appassionati di musica e persone più adulte. Un’idea innovativa, che si sta diffondendo come usanza nei Festival di musica elettronica in Italia, in grado di creare un’atmosfera coinvolgente e inimitabile, non paragonabile con la confusione che spesso caratterizza le serate dei Festival musicali. Un’occasione inoltre per avvicinare un pubblico giovane agli spazi del teatro, e scoprire la magia che i palchetti riescono a regalare.
Il Robot Festival prenderà avvio il 7 ottobre e animerà Bologna fino al 10 ottobre con mostre, istallazioni e performance all’interno di Palazzo Re Enzo e con due serate in Fiera, che ospiteranno molti degli artisti più importanti nel panorama della musica elettronica, tra questi Caribou con Floating Points, Trentemøller, Ben UFO, Jackmaster, Biosphere, Clark, John Talabot, Nina Kraviz, ‪Siriusmodeselektor‬, Squarepusher, The Martinez Brothers, Tiga, Godblesscomputers  e tanti altri.

https://www.youtube.com/watch?v=flevwD96Mmc&feature=youtu.be

Silvia Mergiotti 25/09/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM