Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 620

Andrea Di Donna in concerto al Contestaccio

Lug 27

Un live morbido e potente al tempo stesso quello di Andrea Di Donna al Contestaccio. Nella serata di mercoledì 8 luglio, nell’intima atmosfera del locale romano, il giovane cantautore e chitarrista ha piacevolmente sorpreso chi lo ascoltava dal vivo per la prima volta e entusiasmato i fedelissimi presenti. Tra pezzi del suo repertorio (da “Half of you” a “We go sailing”) e cover di brani famosi (da “Redemption song” di Bob Marley a “Tutti Frutti” di Little Richard, da “She’s the one” di Robbie Williams a “Proud Mary” dei Creedence), Di Donna si è letteralmente scatenato sul palco (foto di NtonyScù), suonando quasi come trasportato dalla sua stessa voce in catartici luoghi lontani. Ospite della serata l’adorabile Alice Queen, delicata e seducente nell’interpretare “Born to die” di Lana Del Rey.
Dopo aver partecipato a contest, essersi esibito su palchi, sia piccoli che grandi, con la storica band (i Red Light District) che ha fondato nei primi anni del liceo e scioltasi nel novembre 2009, è il talent show X-Factor a conferire grande visibilità (anche se sopravvive solo a tre puntate, eliminato poi dalla scelta di Mara Maionchi) e ad aprire le porte del successo all’artista romano. Da allora Andrea ne ha fatta di strada: con la sua voce calda e suadente, si è ritagliato uno spazio sempre maggiore nel panorama musicale italiano, avviando un connubio professionale con la cantante Chiara Rigoli prima (la canzone "Tomorrow to shine" viene immediatamente inserita nella colonna sonora del film "La banda dei babbi Natali" di Aldo Giovanni e Giacomo) e comparendo come musicista di scena in spettacoli teatrali poi (“Skianto” di Filippo Timi e “Oniria” dell’attrice argentina Antonella Costa). Ora eccolo qui, anima e cuore sul palco, nel suo live acustico impregnato di elegante malinconia, raffinata bravura e straordinaria potenza.

Pierfrancesco Rizza 09/07/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Digital COM