Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Musica

All’Auditorium di Milano il melologo “Sull’acqua – Sotto di noi il diluvio” di Michele Serra con Lella Costa accompagnata dall’Orchestra Sinfonica Verdi
In una mise in bianco e nero estremamente elegante, Lella Costa fa la sua apparizione sul palco dell’Auditorium di Milano per una serata speciale, in un concerto straordinario per Expo 2015. Protagonisti la Costa, il potente testo di Michele Serra, la musica dal sapore avanguardista di Fabio Vacchi e la straordinaria Orchestra Sinfonica Verdi, che ancora una volta ci stupisce sostenendo un’esperienza musicale particolare. Si tratta di una esecuzione in Prima Assoluta, anche se a settembre, presso il Palazzo di Brera in Sala Napoleonica, si è tenuto un saggio in Anteprima dell’opera di Vacchi. Si tratta di un’opera dove musica…
All’Auditorium di Milano il ritorno del Soprano Lisa Larsson e del Maestro Valenciano Gustavo Gimeno
Di settimana in settimana, continua il percorso di Expo Variations, intrapreso dall’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi con una composizione dedicata alla Cina, significativa opera di Campogrande, che si ispira da un lato a quello che divenne nel 1978, dopo la morte di Mao, l’Inno Nazionale, ovvero la “Marcia dei volontari” e dall’altro, allo strumento cinese più tipico, ovvero il gong. Ma dopo il breve “aperitivo musicale” dedicato alla Cina, segue il programma ufficiale, all’insegna del melodramma ottocentesco con l’esecuzione dell’Overture op. 115 di “Mandred” di Robert Schumann, pezzo molto congeniale al Direttore valenciano Gustavo Gimeno. Un vero e proprio pezzo musicale…
All’Auditorium di Milano debutta Andrejs Osokins, vincitore dell’International German Piano Award
Se dovessimo dare un titolo al Concerto per pianoforte eseguito all’Auditorium, sarebbe “Nutrire lo spirito”. Difatti si tratta di un concerto suddiviso fondamentalmente in 3 momenti, un inizio ed un finale dal tono sereno, ed uno centrale che potremmo definire, esagitato. Protagonista di questo concerto per pianoforte solista, il giovane pianista lettone Andrejs Osokins. Classe 1984, Osokins, già vincitore del premio del pubblico del quinto International German Piano Award, fa il suo atteso debutto a Milano, all’Auditorium Cariplo (Largo Mahler) mercoledì 30 settembre 2015. Del giovane Osokins sappiamo che ha iniziato a studiare pianoforte a cinque anni e ha dato il…
“Il suono della memoria”: la Biennale di Venezia presenta il 59. Festival Internazionale di Musica Contemporanea
la Biennale di Venezia59. Festival Internazionale di Musica Contemporanea“Il suono della memoria”Direttore Ivan FedeleVenezia, 2 > 11 ottobre 2015con il sostegno della Regione del Veneto Il Festival Internazionale di Musica Contemporanea, organizzato dalla Biennale di Venezia e diretto da Ivan Fedele, si svolgerà tra venerdì 2 e domenica 11 ottobre, proponendo numerosi concerti e interessanti novità in prima mondiale.Tra gli autori più celebri, in questa 59ma edizione troviamo i nomi di Pierre Boulez, Georges Aperghis, Helmut Lachenmann e Giuseppe Sinopoli.A Pierre Boulez è riservato un omaggio per i suoi novant’anni, con la partecipazione di un violoncellista d’eccellenza come Marc Coppey…
Targhe Tenco 2015: i vincitori
A una settimana dalla formazione delle cinquine finaliste, il Club Tenco ha reso noti i vincitori delle Targhe 2015. Nell'edizione che segna il ritorno del Premio all'Ariston – dopo gli anni trascorsi al Teatro del Casinò – mancano senza dubbio i divi, ma è anche giusto – checché ne dicano i "tifosi" o quelli che "ma chi è questo" – dar lustro a voci d'autore diverse, se ritenute interessanti.Scendiamo nel dettaglio. Per i giudici il miglior album in assoluto dell'anno è "Il mio stile" di Mauro Ermanno Giovanardi, che nel suo quarto disco solista omaggia la cultura anni Sessanta in…
DaSud, dieci anni di lotta alle mafie: il concerto di #Restart alla Casa del Jazz
La lotta continua! Auguri a voi, auguri ai lavoratori, auguri agli uomini di pace! (Pietro Ingrao, 20 ottobre 2007) C'è anche Pietro Ingrao alla serata finale di #Restart, Festival della creatività antimafia. "Un saluto a un grande amico" è il sentito ricordo di Andrea Satta, voce dei Têtes de Bois, che gli dedica “Non si può essere seri a 17 anni”, poesia di Rimbaud musicata da Léo Ferré. Sono le 22 di domenica 27 settembre, e il Compagno Pietro è scomparso da poche ore.Un gradevole clima abbraccia la Casa del Jazz, luogo scelto dall'associazione daSud per festeggiare i dieci anni…
All’Auditorium di Milano un programma all’insegna delle atmosfere austriache con la violinista Chloë Hanslip e il direttore Clemens Schuldt
Un concerto, quello del pomeriggio domenicale all’Auditorium in crescendo, dominato dalle figure di due giovani, la violista britannica Chloë Hanslip ed il direttore tedesco Clemens Schuldt. La prima, chiamata come violino solista per l’esecuzione del “Concerto per violino e orchestra n. 1 in La minore op. 28” di Goldmark, un compositore austriaco che l’Orchestra Verdi vuole portare alla ribalta nel disegno di riscoperta di autori che sono stati ingiustamente dimenticati per motivazioni non riconducibili alla musica, bensì a questioni più prettamente ideologiche e/o politiche. Un concerto quello di Goldmark, scandito in tre tempi, alle prime battute, semplice, ma che poco…
Pagina 45 di 52

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Recensito su Twitter

Digital COM