Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Musica

Noemi fa tappa al “Gay Village”: mille atmosfere per un solo cuore
“Ciao bella” urlano loro. “Ciao belli!” risponde lei.Lei è Veronica Scopelliti, in arte Noemi, e il 4 giugno si è esibita in una tappa speciale del suo mini tour al Parco del Ninfeo di Roma, luogo che ospiterà il “Gay Village” per tutta l’estate. Questo tour precede quello completo con cui presenterà a tutta l’Italia il suo quarto album in studio, “Cuore d’artista”.Noemi torna al “Gay Village” per il secondo anno consecutivo, dimostrandosi ancora una volta vicino ai diritti della comunità Lgbt (allo scorso Festival di Sanremo, la cantante romana aveva indossato un braccialetto rainbow in pieno dibattito politico per…
La canzone napoletana sbarca oltreoceano
Alla fine dell’Ottocento l’emigrazione di massa degli italiani del sud Italia fece conoscere la canzone napoletana negli Stati Uniti. Oggi la Georgetown University di Washington la consacra a materia di studio.La prestigiosa Università e l’editore Lexington Books hanno infatti dedicato un volume alle canzoni classiche napoletane. Il testo si intitola “The Neapolitan Canzone in the Early Nineteenth Century as Cultivated in the Passatempi musicali of Guillaume Cottrau” ed è curato dai musicologi Pasquale Scialò, Francesca Seller e Anthony R. Del Donna.Nel volume sono presenti anche i contributi di Francesco Cotticelli, Raffaele Di Mauro, Massimo Distilo, Paologiovanni Maione, Francesco Nocerino e…
Il fascino discreto della musica di Enrico Zanisi
La musica di Enrico Zanisi ha la capacità di raccontare con una scrittura essenziale una lunga storia, fatta di tracce di memorie e attimi intensi. Addentrarsi nel mondo del jazz può voler dire accettare di perdersi nelle terre pure dell’immaginazione, tentare di liberarsi da imposizioni strutturali di matrice accademica e approfondire elementi nascosti, inesplorati. Nella sala Casella, in occasione dell’ultimo appuntamento della rassegna Jazz alla Filarmonica Romana, il 10 giugno Enrico Zanisi ha affascinato il pubblico romano presentando il suo ultimo lavoro, “Piano Tales”. Il primo album registrato in piano solo (per l’etichetta Cam Jazz), negli studi di Stefano Amerio,…
Giovanni Falzone Contemporary Orchestra: “Led Zeppelin Suite”, un viaggio sperimentale all’interno della leggendaria band
Quello della reinterpretazione dei grandi artisti è sempre un percorso minato. Favolose, oniriche, filmiche e sinfoniche: si potrebbero descrivere con queste parole le composizioni racchiuse nella suite dedicata ai Led Zeppelin che Giovanni Falzone ha composto assieme alla Contemporary Orchestra. Uno dopo l’altro i brani accarezzano i tasti e i temi zeppeliniani, per poi dischiudersi e profondere odori nuovi. Il tema di partenza iniziale che rende riconoscibili i classici del rock viene disciolto in una pozione che rende sempre meno nitidi i contorni dei brani per assottigliarne i confini. Da qui parte l’estro di Falzone che si divincola per guizzar…
Metti, per la prima volta, il jazz in metro: la performance di Max Ionata
La signora di sessant’anni circa, mercoledì 31 maggio, sarebbe sicuramente caduta giù dalle scale di metro Repubblica se non fosse stato per un azzeccatissimo rimbalzo di passi che ha condotto, sia lei che la sua clavicola, sane e salve fino in fondo alla rampa. Effettivamente, addentrarsi nel sottosuolo della capitale, con indosso due borse a tracolla, un ingombrante (ma elegantissimo) cappellino, pretendendo di scattare una foto con un ostico smartphone, sarebbe stato complicato persino per un più arzillo ventenne. Ma lei non aveva nessuna intenzione di perdersi Max Ionata e Gegè Telesforo mentre, assieme ad Alberto Gurrisi e a Frits…
Dischi radicali, rinascenze in vinile: “Cosmic Renaissance” di Gianluca Petrella
Neve o cristallo. Pulviscolo sgranato di un paesaggio simil-lunare. Rinascimento cosmico e precipitazione sonora glaciale e colorata. Gioca con i cinque sensi l’opera ultima di Gianluca Petrella, “Cosmic Renaissance”, che esce il 9 giugno per l’etichetta Spacebone Records.Un disco consegnato al pubblico in un solo formato, il vinile. È già questa una scelta dirimente, un indirizzo culturale, politico e poetico (anche romantico, se vogliamo) del trombonista barese. Partire, anzi ri-partire – siamo nella Renaissance, infatti – dall’educazione all’ascolto, dalla guida mano nella mano – le tracce sono cinque come le dita e come i sensi, neanche a farlo apposta – alla…
Williams/Prokof’ev: l’accoppiata vincente della musica per film nel concerto al Santa Cecilia
La musica per film ha mancato per molto tempo di una tradizione culturale e di un vocabolario preciso in grado di descriverla e trasformarla in genere estetico autonomo. Non solo a causa della reticenza di certa musicologia del passato a considerare arte la musica associata all’industria del cinema hollywoodiano, ma anche per via della tendenza precipitosa di quest’ultimo, soprattutto durante l’età d’oro fra gli anni Trenta e Sessanta, a creare un corpus normativo subordinato eccessivamente alle regole dell’esposizione drammatica. Nel cinema classico la musica “serviva” la storia: la partitura di una colonna sonora doveva privilegiare il dialogo rispetto alla musica…
Pagina 34 di 54

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM