Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 673

Print this page

Torna a Roma la rassegna "Le vie del cinema da Cannes a Roma e in Regione"

Al Cinema Eden di Roma, si è tenuta in mattinata la conferenza stampa della ventiduesima edizione della rassegna Le vie del cinema da Cannes a Roma e in Regione, che anche quest’anno, dal 6 al 10 giugno, porta il cinema della kermesse francese nella Capitale italiana e in alcuni comuni del Lazio. Erano presenti il Direttore Artistico della rassegna Georgette Ranucci, il Presidente della Regione Lazio Albino Ruberti, la Vice Presidente della Fondazione Cinema per Roma Laura Delli Colli e la Presidente di ANEC Lazio Piera Bernaschi.

Tra i titoli in programmazione nei cinema Eden e Giulio Cesare saranno presenti quasi tutti i premiati della 71esima edizione del Festival di Cannes, compresi il vincitore della Palma d’oro Manbiki kazoku (Shoplifters - Un affare di famiglia) del giapponese Hirokazu Kore’eda e il vincitore della Miglior regia Zimna wojna (Cold War) del polacco Pawel Pawlikowski. Tra i titoli in concorso anche il film che ha aperto lo scorso festival di Cannes, l’atteso Todos lo saben (Everybody Knows) di Asghar Farhadi. I nostrani Dogman e Lazzaro felice - rispettivamente vincitori del Premio al miglior attore e alla Miglior sceneggiatura - non sono inclusi perché già usciti nelle sale italiane, mentre troveremo invece l’ex aequo alla Miglior sceneggiatura Se rokh (3 Faces / 3 visages) di Jafar Panahi. Assieme ai film del concorso anche alcuni titoli della Quinzaine, tra cui il vincitore del premio al Migliore documentario Samouni Road di Stefano Savona. Alcuni film della Quinzaine saranno proiettati anche alla Multisala Oxer di Latina e al Cinema Palma di Trevignano. Cannes Roma 2

“Un programma ridotto rispetto alle scorse edizioni anche se abbiamo quasi tutti i premiati”. Così ha detto Georgette Ranucci, che con quest’anno afferma di voler lasciare l’incarico di Direttore Artistico: “questo sarà il mio ultimo anno perché al di là dei contributi è diventato molto difficile lavorare. Credo comunque che, in un periodo in cui il cinema è un po’ fiacco e già iniziano le deportazioni estive, questa rassegna farà bene al cinema. Le sale saranno piene”.
Laura Delli Colli ha preso la parola sollecitando Ranucci a rimanere, per poi esprimere la propria soddisfazione verso un’edizione di Cannes che non ha mancato di suscitare polemiche per la selezione molto politica e poco popolare dei titoli: “Questa giuria, con questi premi, è comunque riuscita a riscattare una rassegna partita male, accendendo la luce su film che Cannes ci ha permesso di scoprire, dando spazio alla qualità dei contenuti”.

La rassegna Le vie del cinema da Cannes a Roma e in Regione è organizzata da ANEC Lazio insieme a Fondazione Cinema per Roma e realizzata in collaborazione con SIAE, con il contributo della Regione Lazio e la promozione dell’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale.

Riccardo Bellini 05/06/2018

Tagged under cannes    Roma    vie del cinema    cinema eden    manbiki kazoku   

Related items