Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

TFF33: i nomi della nuova edizione del Torino Film Festival dal 20 al 28 Novembre 2015

Prende il via il 33esimo Torino Film Festival presentato dal direttore Emanuela Martini, Davide Oberto e Massimo Causo durante la conferenza stampa che ha svelato i protagonisti attesi per quest'ultima edizione. “Suffragette City” di Sarah Gavron sarà il film d'apertura nella cerimonia serale del 20 condotta dalla madrina l'attrice Chiara Francini, opera sulla storia del movimento femminista britannico con un eccellente cast guidato da Carey Mulligan, Helena Bonhman Carter e Meryl Streep. Moltissimi i film, 158 lungometraggi, 47 opere prime e seconde, 50 anteprime mondiali, 20 anteprime internazionali e 71 italiane e molti altri tra più di 4000 film visionati.
La principale sezione competitiva riservata ad autori alla prima, seconda o terza opera vanta molti titoli italiani come “Colpa di comunismo” di Elisabetta Sgarbi, “Mia Madre fa l'attrice” di Mario Balsamo, insieme agli altri dei quindici provenienti da diversi paesi rappresentanti. Oltre al film della Gavron atteso nella sezione Festa Mobile “Sunset Song” di Terence Davies, già premiato in anticipo con il Gran Premio Torino, “The Dressmaker” dell'australiana Jocelyn Moorhouse con Kate Winslet; “La felicità è un sistema complesso” di Gianni Zanasi con Valerio Mastandrea, Hadas Yaron e Giuseppe Battiston. Presenti anche “The Assassin” di Hou Hsiao-Hsien miglior regia a Cannes, e “Under Electric Clouds” di Alexey German Jr. tra i moltissimi film di finzione e documentari insieme ai capolavori di Orson Welles, a cui è dedicata la rassegna che ripropone la sua opera prima simbolo “Quarto Potere”, “Rapporto Confidenziale” e “L'infernale Quinlan”.
Nicolas Winding Refn ospite speciale presenterà lo storico “Terrore nello spazio” di Mario Bava, mentre l'attesissimo Sion Sono è protagonista nella sezione After Hours con ben 3 dei 5 film realizzati nel 2015, che si apre con “The Girl in photographs” di Nick Simon, ultima produzione dello scomparso Wes Craven, per la speciale Notte Horror di sabato 21 dalle 10 di sera alle 6 del mattino. Il guest director sarà quest'anno Julian Temple che cura la selezione “Questione di vita e di morte” ideata a partire dal suo ultimo lavoro “The Ecstasy of Wilko Johnson” sulla figura del chitarrista dei Dr. Feelgod e della sua battaglia contro un cancro in apparenza incurabile. Completano le selezione del TFF33 le due sezioni dedicate ai documentari internazionali e italiani, la sezione Onde che propone tra gli altri “Cemetery of Splendour” di Aphicatpong Weerasethakul, la retrospettiva sul cinema di fantascienza “Cose che verranno – La Terra vista dal cinema” a cura del direttore e accompagnata da un volume monografico.

Vincenzo Verderame 10/11/2015

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Sentieri dell'arte

Digital COM