Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Il cinema riparte dai Nastri d’argento: su Rai Movie in diretta la cerimonia del 6 luglio

Per la prima volta dalla loro istituzione i Nastri d’Argento verranno consegnati con una cerimonia in diretta su Rai Movie, prevista per il 6 luglio. Il MAXXI di Roma farà da cornice alla serata, durante la quale i vincitori saranno presenti e premiati personalmente. Dopo i David di Donatello, consegnati a distanza, il cinema italiano prova a ripartire da un altro prestigioso premio.

Ma le novità non finiscono qui: quest’anno, infatti, l’attenzione sarà puntata soprattutto sui comparti tecnici e sulle maestranze che rendono possibile la realizzazione dei film sul grande schermo.

A condurre la serata ancora una volta Anna Ferzetti che consegnerà, fra gli altri, il Nastro dell’anno a Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti e quello alla carriera a Toni Servillo. 

Elio Germano, che nel film di Diritti veste i panni del pittore Ligabue, è anche protagonista del caso italiano dell’anno, Favolacce, dei fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, che ha ottenuto il numero più alto di candidature, ben nove, insieme a Pinocchio di Matteo Garrone. 

Dieci, invece, i registi candidati: un numero più alto del solito, che sancisce l’importanza di  quest’annata , che ha visto il ritorno alla regia di grandi nomi, fra cui Pupi Avati, Gabriele Salvatores e Ferzan Ozpetek. 

Fra i film candidati, una varietà di generi e stili di solito rara per il cinema italiano: nella cinquina, infatti, c’è spazio persino per il fantasy di Pinocchio e per una pellicola difficilmente definibile come Favolacce, ma anche per film più tradizionali, come il dramma incentrato su avvenimenti storici (Hammamet) o la classica commedia agrodolce di Muccino (Gli anni più belli). Con l’incursione, grazie alla candidatura di Avati, persino dell’horror. 

Una stagione ricca e prematuramente interrotta, che prova a ripartire da un’occasione di festa. In attesa di settembre e delle nuove uscite cinematografiche, che si spera possano permettere di replicare i successi dei mesi precedenti. 

 

Claudia Silvestri  18/06/2020

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM