Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Festa del Cinema di Roma 2018: da Martin Scorsese a Giuseppe Tornatore

Donne, memoria e cinema del reale: queste le tre parole chiave della tredicesima Festa del Cinema di Roma, in programma dal 18 al 28 ottobre presso l’Auditorium Parco della Musica. La kermesse, diretta da Antonio Monda, negli anni si è rivelata capace di coniugare la cultura popolare a quella più elitaria, accontentando un pubblico eterogeneo e suscitando l’interesse della stampa internazionale. Il comitato, coordinato da Mario Sesti e composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel e Valerio Carocci, ha selezionato 38 film prodotti in più di trenta Paesi diversi, con l’obiettivo di offrire qualità ed eccellenza nelle molteplici espressioni della settima arte: la produzione di genere, l’opera di autori affermati, quella di registi emergenti, l’animazione, la visual art e il documentario. campagna 2018 a4

Il film d’apertura sarà il noir Bad Times at the El Royale di Drew Goddard, con Dakota Johnson e Chris Hemsworth, mentre la chiusura spetterà a Notti Magiche di Paolo Virzì. Due le prime mondiali: Millennium, Quello Che Non Uccide di Fede Álvarez e Mia e il Leone Bianco di Gilles de Maistre. Nella Selezione Ufficiale anche: Beautiful Boy di Felix Van Groeningen, Fahrenheit 11/9 di Michael Moore, Green Book di Peter Farrelly, The House With a Clock in Its Walls di Eli Roth, If Beale Street Could Talk di Barry Jenkins, Kursk di Thomas Vinterberg, A Private War di Matthew Heinemann, The Old man & The Gun di David Lowery (che segna l’addio di Robert Redford alla sua carriera di attore) e gli italiani Diario di Tonnara di Giovanni Zoppeddu e Il Vizio della Speranza di Edoardo De Angelis.

Come da tradizione, non mancheranno le retrospettive (curate da Mario Sesti) che celebreranno Maurice Pialat e il genio comico Peter Sellers, immagine ufficiale dell’edizione 2018. Inoltre ci saranno numerosi omaggi ad artisti in piena attività, come Adriana Asti e Flavio Bucci e ai grandi che ci hanno lasciato: Carlo Vanzina, Nelson Pereira Dos Santos, Claude Lanzmann, Milos Forman, Ermanno Olmi e Vittorio Taviani. Parallelamente continuerà la proposta di programmazione in altri luoghi capitolini: dal Policlinico Gemelli a Rebibbia, sino al Palladium, con la partecipazione di WeGil, Maxxi, Casa del Cinema e Casa del Jazz.  

Infine grande attesa per le star internazionali protagoniste degli Incontri Ravvicinati: Cate Blanchett, Sigourney Weaver, Martin Scorsese e Isabelle Huppert (entrambi saranno onorati con il Premio alla Carriera), a cui si affiancheranno due maestri del cinema italiano, Giuseppe Tornatore e Mario Martone

Sara Risini  08/10/2018

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

@toscadonati al @ClubTenco "I miei nonni, migranti al contrario, mi hanno insegnato la bellezza del diverso" https://t.co/7PHjom7AcB

Digital COM