Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

Premio Piccolo Plauto a Raffaella Carrà come autrice televisiva

La Raffaella Carrà  ha vinto l’ennesimo premio della sua illustre carriera, ma questo ha un sapore particolare perché le è stato consegnato dalla sua città natale, Bologna. Nell’ambito di Bolibrì, Festival Internazionale della Fiera del Libro per giovanissimi, la Carrà ha ricevuto, presso la Cappella Farnese, il "Premio nazionale infanzia – Piccolo Plauto" dal patrocinio del dipartimento di Scienze dell’educazione Giovanni Maria Bertin”dell’Università di Bologna. Il premio (che prende il nome dal bambino protagonista del fumetto di Marco Dallari) è stato realizzato per opere e attività di eccellenza per l’infanzia e per servizi educativi dai zero ai sei anni, di cui fa parte da ora anche "Gran Concerto", programma domenicale di Rai tre di cui è autrice, nato per avvicinare i bambini alla musica classica. "Ricevere un premio nella mia città – dichiara la conduttrice alla stampa – mi riempie di orgoglio, come fare un concerto per il Papa". Protagonista storica della nostra televisione italiana, madrina di tante mode e tendenze, Raffaella dimostra un grande legame alla sua terra che la premia per il suo lavoro, ultimo di una serie di interventi che la vedono impegnata nel sociale (nel 2006 ideò e condusse "Amore", programma televisivo a sostegno delle adozioni a distanza).

Il Piccolo Plauto è andato anche a Francesco Tullio Altan, padre della Pimpa, cagnolino a fumetti dalle macchie rosse, per il particolare contributo culturale rivolto all’infanzia.

 

(Andrea Dispenza)

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM