Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

                                                                                                             

“Il marito di mia madre” di Andrea Ozza vince il premio “Monologo e non solo”

Una riduzione del testo premiato, una “prova aperta” commentata con l’autore, è stata messa in scena con Eleonora Pariante, Antonio Monsellato e Rosario Galli al Vascello e replicata il 26 settembre presso l’Auditorium di Bracciano. Due serate di premiazione per la terza edizione di “Monologo e non solo”, il premio per autori nato per ricordare Claudia Poggiani, attrice, scrittrice e sceneggiatrice di raffinato “sense of humor”, scomparsa nel 2002. «L’Associazione culturale Golosa-mente – spiega la presidente Tiziana Merlino – vuole ricordare così questa persona speciale, ringraziando in particolare il figlio Jacopo che con affetto ci ha permesso di far nascere questo premio, per dare voce e possibilità a chiunque abbia le doti che caratterizzavano Claudia di vedere rappresentata la propria opera e vincere il premio di 2.000 euro messo in palio dall'Associazione». “Il marito di mia madre” è un passo a due fra madre e figlio. Un confronto di valori fra due generazioni alle prese con un problema: l’improvvisa, grave malattia di Nicola Schito, marito di Olga, padre di Lorenzo. All’ombra del pericolo, gli equilibri familiari si scombinano, si sgretolano, si ribaltano, in un gioco di cattiverie paradossali che suscitano prima un cinico sorriso di comprensione, poi un’umana lacrima di compassione e, forse, a conclusione, un ghigno di biasimo. Un dramedy a tinte forti, che sfocia in un thriller psicologico dal finale agghiacciante, ma inevitabile. Bagno doloroso, quanto doveroso, nella dura quotidianità che si cela dietro a gran parte delle famiglie del Salento, vittime di una terra che patisce un’incidenza tumorale al di sopra della media nazionale. Terra matrigna più che madre, che si spera possa tornare ad essere sana e fertile, quel "Salentu: la terra de lu sule, lu mare e lu ientu", e non solo vetrina della dolce vita dei vip in tempi di crisi. Il testo è stato valutato e scelto da una giuria composta da: Tiziana Merlino (Presidente dell’Associazione culturale Golosa-Mente) Franca Valeri (Presidente di giuria), Francesca De Sanctis, Rosario Galli, Loredana Martinez, Isabella Mezza, Manuela Kustermann, Marina Zanchi. Protagonisti della serata anche gli amici di Claudia: a condurre la giornalista Rai Isabella Mezza che ha introdotto i saluti di Tiziana Merlino e la premiazione da parte del presidente di giuria Franca Valeri.  

 

(Adriano Sgobba)

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Digital COM