Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Su Rai 1 torna “Sotto Copertura”, un nuovo capitolo con Claudio Gioè e Alessandro Preziosi sulla cattura del boss Zagaria

Da lunedì 16 ottobre, su Rai Uno, prenderà il via la seconda stagione della serie “Sotto Copertura” diretta da Giulio Manfredonia. Otto nuovi episodi (distribuiti in quattro serate) racconteranno le indagini e la cattura del boss latitante Michele Zagaria.
Ritroveremo Claudio Gioè nei panni del capo della Mobile di Napoli, Michele Romano. Zagaria sarà interpretato da Alessandro Preziosi, che, come dichiara in conferenza stampa, si è preparato per la parte con un’attenzione quasi ossessiva al tono della voce, all’espressività, alla gestualità e al portamento, traendo ispirazione da “Il Camorrista” di Giuseppe Tornatore.
La narrazione si svilupperà a partire dal periodo immediatamente successivo all’arresto di Antonio Iovine. Il tenace Romano si rimetterà subito a lavoro con la squadra: microspie, appostamenti, incroci di dati, ma i risultati tarderanno ad arrivare, dunque il poliziotto sarà costretto a trattare con degli informatori collusi con la camorra, calandosi nella zona grigia tra bene e male. Proprio da questa modalità investigativa nascerà un’indagine interna per favoreggiamento, che minaccerà di distruggere la sua reputazione e i suoi legami familiari. sottocopertura02
Intorno ai due protagonisti ruoteranno diversi personaggi. Tra i colleghi di Romano troveremo: Carlo (Antonio Folletto), Salvo (Antonio Gerardi), Arturo (Simone Montedoro), l’agente scelto Laura Riccio (Giulia Fiume) e il vicequestore di Vicenza Francesco Visentin (Matteo Martari). Ci sarà l’entrata in scena della famiglia Ventriglia che ospiterà il boss in un bunker costruito nella propria casa (Bianca Guaccero sarà Claudia Ventriglia). Infine avranno dei ruoli decisivi: Nicola Sasso (Erasmo Genzini), giovane braccio destro di Zagaria e Agata Farina (Alejandra Onieva), ragazza originaria di Caserta e cresciuta a Barcellona, che scoprirà la verità sul suo misterioso zio.
Una produzione che intende far dialogare realtà e finzione, servendosi di varie immagini di repertorio e delle autentiche location dei fatti narrati (Casal di Principe, Casapesenna, Napoli e addirittura la stessa abitazione in cui il capo dei Casalesi si nascose). La storia di Romano si ispira invece alle reali vicende che videro coinvolto il poliziotto Vittorio Pisani, diffamato esclusivamente perché tentava di operare con integrità e determinazione.
Luca Bernabei (produttore) afferma che l’obiettivo principale di questa serie consiste nel trasmettere il messaggio che “il male non paga mai”, evitando ogni rischio di emulazione e omaggiando le forze dell’ordine, che quotidianamente combattono l’illegalità.
In linea con questo discorso, Preziosi precisa: “Essendo nato e cresciuto a Napoli, da piccolo ero circondato da piccoli satelliti criminali. Purtroppo spesso accade che i più giovani ne siano affascinati ma il male, anche nel consumo casuale, ci droga. Delinquenti come Zagaria sono la feccia della società e a dispetto del loro presunto potere e di ciò che si potrebbe pensare, conducono una vita tutt’altro che invidiabile.”

Sara Risini 11/10/17

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#cinema “Ritorno sui monti”: il docufilm sul viaggio di Paolo #Rumiz alla riscoperta dell'Appennino @SaraRisini https://t.co/0yA9GMpJGf