Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Tecnologia

Torna la maledizione di Monkey Island: a distanza di 21 anni torna disponibile su Steam e GoG il terzo capitolo della serie.
Ho una scimmia nella tasca  che mi svuota la cambusa  il suo sguardo è vuoto e assente  ho il sospetto che sia fusa... Sembra proprio che il grande successo di Sea Of Thieves abbia (ri)portato in auge il desiderio di immergersi di nuovo nei Sette Mari. Benritrovati i vecchi bucanieri, dunque, che possono oggi ritrovarsi disponibile con gli attuali sistemi operativi, a 21 anni di distanza, uno dei capolavori dell'avventura grafica: The Curse Of Monkey Island. Le avventure del terzo episodio della saga di Monkey Island sono infatti acquistabili per Steam e GoG, le piattaforme più attente -negli ultimi anni-…
L'arte ai tempi di Instagram: luci, ombre e filtri della tecnologia
L’arte non è arte finché qualcuno non arriverà ad affermarlo. Quest’influente e temibile “qualcuno” sarà sempre braccato da un ingombrante punto interrogativo: chi ne ha l’autorizzazione? Lo stesso artista, un critico, un esperto in materia, o anche il pubblico? Si tratta di un campo talmente labile, spesso dai contorni così sfuggenti, che quell’interrogativo assumerà fattezze più concrete se abbinato al soggetto e all’oggetto. Chi è artista? Grazie a che cosa? La seconda domanda aiuta molto a definire la prima; un artista dovrebbe essere tale per il valore, più o meno collettivamente riconosciuto, delle sue opere, delle sue idee, dei suoi…
Italian Video Game Awards 2018: Il trionfo di Zelda e degli sviluppatori italiani
Si sono svolti lo scorso 14 marzo, presso il Teatro Vetra di Milano, gli Italian Video Game Awards 2018 (ex Draghi d'Oro), manifestazione promossa dall'associazione di categoria AESVI e volta a premiare le eccellenze nazionali e internazionali del mondo dei videogiochi. Protagonisti di quelli che potrebbero essere visti, a tutti gli effetti, come gli Oscar del settore videoludico, titoli come The Legend of Zelda: Breath of the Wild – premiato nel corso della serata come Gioco dell'Anno – ma anche prodotti e realtà completamente innovativì e, in più di un caso, tutti italiani. Tra queste realtà quella della Ovosonico di Varese,…
Pagina 1 di 11

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter