Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Teatri in Comune: il nuovo sistema teatrale a vocazione pubblica di Roma

Teatro Biblioteca Quarticciolo, Teatro Tor Bella Monaca, Teatro Villa Pamphilj, Teatro del Lido di Ostia, Teatro di Villa Torlonia, dopo le biblioteche e i musei civici a Roma nasce "Teatri in Comune"  la prima rete di teatri a vocazione pubblica della città. L’obiettivo di questa iniziativa, inserita all’interno del piano di riorganizzazione del sistema culturale della Capitale, voluto dal Vicesindaco con delega alla Crescita Culturale Luca Bergamo, è quello di proporre un' offerta culturale e di spettacolo, diversificata e diffusa, rispettando l’autonoma programmazione delle differenti direzioni artistiche. Cinque teatri capaci di parlare alle diverse comunità diffuse nei territori attraverso la varietà, la multidisciplinarietà e il pluralismo delle proposte e delle attività. Si passerà infatti dalla prosa alla musica, dalla danza al teatro per ragazzi, attraverso i plurali linguaggi del contemporaneo, proponendo non solo spettacoli, ma anche attività di formazione, promozione del pubblico e percorsi laboratoriali, dedicando una particolare attenzione alla crescita delle realtà artistiche e creative locali, ma senza trascurare il livello nazionale. A sostenere e monitorare questo progetto di teatro vivo, aperto, plurale e pubblico sarà il Teatro di Roma-Teatro Nazionale che dovrà inoltre valorizzare le singole iniziative dei Teatri in Comune e coordinarle tra loro e con l’Amministrazione.Teatrincomune02

Sempre il Teatro Nazionale, in continuità con quanto fatto dal Dipartimento attività culturali, continuerà a gestire la programmazione del Teatro di Villa Torlonia. Il Teatro Biblioteca Quarticciolo, il Teatro Tor Bella Monaca e il Teatro Villa Pamphilj avranno dal 1 gennaio una nuova gestione, mentre per quanto riguarda il Teatro del Lido di Ostia, vero e proprio punto di riferimento per tutto il litorale, il Teatro di Roma provvederà alla gestione e alla organizzazione delle attività, mentre la programmazione continuerà ad essere curata dal raggruppamento di associazioni territoriali denominato Associazione TDL. Dal 1° gennaio anche il Silvano Toti Globe Theatre entrerà all’interno di questo ampliato sistema teatrale cittadino.
I cinque teatri in Comune saranno legati tra loro anche da un’unità operativa apposita, composta da figure professionali specifiche che possano garantire il miglior andamento e sviluppo del progetto. Inoltre la rete permetterà al pubblico di acquistare i biglietti per gli spettacoli indifferentemente in ciascuna delle strutture, compreso il Teatro di Roma.

Teatrincomune03Tanti gli spettacoli previsti per i prossimi mesi. La drammaturgia contemporanea torna al Teatro Biblioteca Quarticciolo, sotto la direzione artistica di Veronica Cruciani, con “Abbacadora”, dal romanzo di Michela Murgia nella scrittura teatrale di Carlotta Corradi (in anteprima nazionale 9/10 novembre, poi al Teatro India dall’1 al 4 marzo) e con “Il bambino dalle orecchie grandi” della Compagnia Teatrodilina in anteprima nazionale (17-19 novembre) a cui si aggiunge dal 18 al 21 ottobre, la rassegna Leggo per legittima difesa e numerosi appuntamenti con il Teatro per ragazzi. La prosa è invece la protagonista sul palcoscenico del Teatro Tor Bella Monaca, diretto da Alessandro Benvenuti e Filippo D’Alessio. Molti saranno i nomi di autorevoli attori italiani che arricchiranno la stagione, come Massimo Dapporto in “Un borghese piccolo piccolo” (13/15 ottobre), tratto dall’omonimo romanzo di Vincenzo Cerami, con adattamento e regia di Fabrizio Coniglio oppure Gianmarco Tognazzi che firma la regia di “Guardiana” e la interpreta insieme all’autrice Francesca Merloni (17/19 novembre) fino al ritorno di Anna Mazzamauro in “Divina” di Jean Robert Charrier (1/3 dicembre).
Il Teatro Villa Pamphilj, continua invece ad identificarsi come un luogo delle arti, un laboratorio del fare e del vedere, aperto a tutte le età con un ricco programma di iniziative. Merito questo anche dell’organizzazione del Teatro Verde e della Scuola Popolare di Musica di Donna Olimpia, due realtà storiche del Municipio Roma XII, impegnate da oltre 30 anni nella produzione culturale, nella formazione e nella didattica. Tra gli eventi si segnalano la Conversazione teatrale tra Pino Strabioli e Sandra Milo e la rassegna in anteprima assoluta Science fiction, la scienza a teatro, tre incontri su argomenti scientifici raccontati in modo divertente da attori, fisici e matematici. Mostre, musica, spettacoli e laboratori riempiranno il Teatro Lido di Ostia grazie alle collaborazioni con Le vie dei Festival (5 appuntamenti di prosa, teatro ragazzi e danza dal 24 settembre all’8 ottobre), con il Dipartimento di Salute Mentale del X Municipio (che il 16 novembre presenterà Lo spiraglio al Lido, festival di cortometraggi sulla salute mentale) e con l’Accademia Nazionale di Danza (3 appuntamenti ad ingresso gratuito il 2 ottobre, 19 novembre e 3 dicembre).
Spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche, concerti e reading, approfondimenti d’arte e visite guidate, installazioni e mostre, cicli culturali saranno invece visibili nello storico Teatro di Villa Torlonia, da sempre luogo di integrazione virtuosa dei più vari linguaggi espressivi.


Eleonora D’Ippolito
08/10/2017

Pubblicato in News

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#cinema “Ritorno sui monti”: il docufilm sul viaggio di Paolo #Rumiz alla riscoperta dell'Appennino @SaraRisini https://t.co/0yA9GMpJGf