Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

Cinema

“Moda mia”: il film di Marco Pollini che racconta una favola vera
“Moda mia”. Ovvero Giovannino e il vestito magico. Il film di Marco Pollini – in uscita il 23 marzo – suo secondo lungometraggio, è una bella favola. Che, se a tratti ricorda subito proprio quella di “Giacomino e il fagiolo magico”, a partire dalla scelta del vezzeggiativo del protagonista, in realtà è ispirato a una storia vera: quella di Federico Careddu.Un film sul sogno, nel quale tutto parte dal basso. Girato in Sardegna, tra Cannigione e Palau, a cui il regista è molto legato. Lo spettatore viene subito immerso nel paesaggio roccioso, tipicamente sardo. La casa di Giovannino (Francesco Desogus)…
L'Islanda sbarca in Trentino. Da aprile al via la 65esima edizione del Trento Film Festival
Tra il 27 aprile e il 7 maggio 2017 prenderà vita nella città di Trento la 65ª edizione del Trento Film Festival con la sua Genziana d’oro, premio destinato al vincitore e relativo a disparate categorie. La rassegna internazionale, nata nel 1952 e fondata dal Club Alpino Italiano e dal Comune di Trento, ruota attorno a temi quali la montagna, la vita alpina e i suoi sport (alpinismo, arrampicata, esplorazione), la natura, l’ambiente e le relative questioni sociali, come ad esempio il difficile rapporto dell’uomo con quest’ultima. Una conferenza stampa, tenutasi a febbraio presso il Palazzo Roccabruna di Trento, ha svelato…
“Life – Non oltrepassare il limite”: Alien è ancora tra noi
C’è vita su Marte? E nel caso ci fosse, quale sarà la sua forma? Quale la nostra reazione? A scoprire gli effetti della vita “aliena” sarà un manipolo di sei astronauti della Stazione Spaziale Internazionale: David Jordan (Jake Gyllenhaal), Miranda North (Rebecca Ferguson), Roy Adams (Ryan Reynolds), Sho Kendo (Hiroyuki Sanada), Hugh Derry (Ariyon Bakare) e Katerina Golovkin (Olga Dihovichnaya). Sesto lungometraggio per il regista svedese di origine cilena David Espinosa, il primo per lui nel genere sci-fi. È questo infatti un thriller fantascientifico con venature horror pesantemente debitore di “Alien” (1979), basato praticamente sulla stessa storia: la creatura aliena…
L'Italia "Non è un paese per giovani"
Centomila. Tanti sono i ragazzi e ragazze italiani che decidono ogni tanto di lasciare il Bel Paese e tentare l'avventura all'estero, con un piano, una laurea, un mestiere ma pure senza. Tutto pur di lasciare un'Italia dove il 40% degli under 35 non ha uno straccio di mestiere. E' anche di loro, sopratutto di loro, che parla "Non è un Paese per Giovani", il nuovo film di Giovanni Veronesi che torna dietro la macchina da presa a tre anni di distanza da "Una Donna per Amica" del 2014. Veronesi (cosceneggiatore del film con Ilaria Macchi e Andrea Massara) fa partire…
Sette giorni di cinema. Inizia il Lucca Film Festival
Ogni film di Oliver Stone è un assalto audace ai sensi. “Nati per uccidere” è il delirio collettivo di una nazione colta in un intimo dolore. “Platoon” è un atto di coraggio. La rinuncia al protagonismo, all’eroismo alla maniera di John Wayne. Il terrore negli occhi delle truppe appena atterrate quando il loro posto è occupato da sacchi pieni di cadaveri. Il regista si immerge direttamente nell’inferno, cattura la confusione morale e la crescente disperazione dei soldati americani con una capacità visionaria degna dei dipinti di Hieronymus Bosch. Il patriottismo si sgretola nella mente arrovellata di Edward Snowden. Terzo film…
"La tartaruga rossa": la fiaba di de Wit da Cannes al cinema
Fosse un film di Hayao Myazaki, capace di condensare un lirismo raffinato, la dolcezza rassicurante delle animazioni pastello e un linguaggio accessibile, "La tartaruga rossa" (La tortue rouge) rimarrebbe nelle sale per almeno due settimane. Eppure, si tratta di una coproduzione col celeberrimo Studio Ghibli, in particolare con uno dei suoi uomini chiave, Toshio Suzuki, che da “Porco Rosso” (1992) a “Si alza il vento” (2013) ha finanziato tutti i capolavori del maestro giapponese. Non basta, nemmeno, aver partecipato alla Festa del Cinema di Roma 2016 (Selezione Ufficiale) e, ancor più importante, aver vinto il Premio Speciale nella sezione Un…
“Fukushima. A Nuclear Story”: la valvola rotta che evitò l'apocalisse
Disastro nucleare. Parole che fanno tremare i polsi. Si pensava che dopo Chernobyl non l'avremmo più sentite nominare. Invece l'incubo si ripresentò quando l'11 marzo 2011 uno tzunami con onde alte 14 metri colpì e danneggiò gravemente la centrale nucleare di Fukushima Dai - chi, nel Giappone settentrionale. Eppure non si ha ancora piena cognizione di ciò che è avvenuto in quei giorni. Se ancora nel mondo ci si pongono domande sull'opportunità o meno di utilizzare l'energia nucleare, è perché quel disastro è stato, con evidenza, dimenticato troppo in fretta. A sei anni dall'incidente, la casa di produzione Teatro Primo…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

Il Direttore di Recensito Davide Bellalba con il premio Oscar 2017 Alessandro Bertolazzi all'Accademia "Silvio d'A… https://t.co/XV3TYVxN08

Tecnologia