Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner premendo il pulsante celeste, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

                                                                                                             

×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 633

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 630

Cinema

La battaglia dei sessi: recensione del film con Steve Carrel ed Emma Stone
Se Pete Sampras decidesse oggi di sfidare Serena Williams, si parlerebbe di partita d’esibizione, e sarebbe senz’altro un match di beneficenza. Nel 1973 non era così. Sì perché quando il cinquantacinquenne Bobby Riggs, estroso ex tennista che in carriera era stato numero uno al mondo, ha sfidato l’allora numero due del tabellone femminile, Billie Jane King, l’ha fatto per soldi, e cavalcando apertamente l’idea di voler dimostrare la superiorità del maschio sulla donna. La partita fu chiamata da subito la battaglia dei sessi, e seguì di qualche mese la prima ‘battaglia’, quella tra Riggs e Margaret Court, match il cui…
“Ritorno sui Monti Naviganti”: il docu-film sul viaggio di Paolo Rumiz alla (ri)scoperta dell’Appenino
Paolo Rumiz è un giornalista e scrittore triestino che ogni anno (dal 2001) compie un viaggio alla ricerca di luoghi abbandonati e frammenti di storia perduti. Al suo fianco Alessandro Scillitani, regista, che cattura tutti i momenti di queste lunghe esplorazioni e ne realizza dei lungometraggi. In particolare il docu-film "Ritorno sui monti naviganti" ripropone l'esperienza del 2006. A bordo di Nerina, una Topolina blu che sa di “ferro e praterie”, Rumiz intraprende un percorso fatto di “curve nella pancia del Paese” lungo l’Appenino. Il racconto comincia simbolicamente con il ritorno del protagonista nel posto in cui oggi l’auto è parcheggiata…
Blade Runner 2049: il sequel di Denis Villeneuve soddisfa pienamente le aspettative
Rick Deckard afferma: “Io so cos’è reale”, ma in un mondo distopico, basato quasi esclusivamente sulla comunicazione virtuale, come si potrebbe discernere la realtà dall’illusione?Denis Villeneuve sceglie di ambientare il sequel del cult di Ridley Scott, "Blade Runner", nella Los Angeles del 2049, dunque trent’anni dopo le vicende narrate nell’originale. Cos’è successo in quel lasso di tempo? Nel 2022 un disastroso black out ha distrutto gran parte degli archivi digitali riguardanti il passato. Nonostante ciò, l’inarrestabile evoluzione tecnologica ha reso ancora più labile il confine tra verità ed apparenza e una nuova serie di replicanti è stata ideata dall’enigmatico Niander Wallace (un…
Alice nella Città 2017: un programma ricco di film, ospiti internazionali ed eventi speciali
Anche quest’anno all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 26 ottobre al 5 novembre, in concomitanza con la Festa del Cinema di Roma, prenderà il via la sezione autonoma “Alice nella Città” dedicata alle giovani generazioni, diretta da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini e organizzata dall’Associazione Culturale “PlayTown”, con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MIBACT, del Comune di Roma, della Camera di Commercio e della Roma Lazio Film Commission.Il programma prevede: dodici lungometraggi nel concorso Young Adult, tre film fuori concorso e diversi eventi speciali. Al Cinema Admiral di Piazza Verbano invece si svolgerà “Alice Panorama” a cui…
"Come ti ammazzo il bodyguard": niente di nuovo sul fronte buddy film, ma si ride
“E l’ha bevuto tutto e non gli ha fatto male, l’acqua fa male, il vino fa cantare, bevilo tutto bevilo tutto, bevilo bevilo bevilo tutto” canta Samuel L. Jackson, proprio lui, in un furgoncino zeppo di suore in gita, in una delle scene più riuscite del film. Niente “Ezechiele 25:17…”, ma anche in “Come ti ammazzo il bodyguard” Jackson fa il sicario, il numero uno al mondo, che, dopo il suo arresto, può tornare utile all’Interpol in quanto possessore di alcune prove schiaccianti nei confronti del dittatore dell’est Europa Vladislav Dukhovich (Gary Oldman). Vista l’incapacità della polizia di proteggere il testimone…
"2 biglietti della lotteria": arriva in sala l'evanescente commedia rumena
La novità, il mai visto, l’elemento di rottura, non rientrano necessariamente tra le caratteristiche immancabili che una commedia deve avere per dirsi riuscita. Anzi, giocare col già visto, appoggiarcisi (magari per parodiarlo) è spesso una delle mosse più azzeccate. Se non si può essere “I soliti ignoti”, insomma, si può comunque provare ad assomigliare a “Johnny Stecchino”, una commedia che parte da uno spunto facilissimo e tutt’altro che inedito (lo scambio d’identità) ma che è ricca di situazioni divertenti e originali. Ed è proprio l’originalità, questo sì, l’elemento che non può mancare in una commedia riuscita, il che rappresenta il…
“L’incredibile vita di Norman”: una delle migliori interpretazioni di Richard Gere
Siamo al cinema “Quattro Fontane” di Roma. Richard Gere si presenta in sala, di fronte ad una platea di giornalisti e critici cinematografici, dopo la proiezione del suo ultimo film “L’incredibile vita di Norman” del regista Joseph Cedar. Un lungometraggio che colpisce soprattutto per la sua intensa e già applaudita interpretazione, in bilico costante tra il comico e il drammatico.“Se hai bisogno di aiuto, chiedi a Norman”. Così si potrebbe riassumere la ‘missione’ del signor Oppenheimer, faccendiere di New York alla disperata ricerca di attenzioni e amicizie che possano cambiargli la vita. La sua infatti è una corsa continua volta…

Libro della settimana

Facebook

Formazione

Colori e sapori

Recensito su Twitter

#cinema “Ritorno sui monti”: il docufilm sul viaggio di Paolo #Rumiz alla riscoperta dell'Appennino @SaraRisini https://t.co/0yA9GMpJGf